[ Home | Redazione | HiFi Shows | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Amplificatore Integrato NAD C350

Le cose non sono sempre come sembrano

[NAD C350]

[English version]

Prodotto: Amplificatore integrato NAD C350
Costruttore: NAD - USA
Prezzo approx.: $/€ 425 - $/€ 475 (650 Euro, di listino, in Italia)
Recensore: Julian Ashbourn - TNT UK
Recensito: Maggio, 2003

Introduzione

Le apparenze possono trarre in inganno, così come con il NAD C350. Se lo vedete su una mensola del vostro fornitore abituale fra altre elettroniche di pari prezzo ma molto più attraenti, sarete perdonati se pensate che sembri poco costoso e rifinito male. Se poi vi avvicinate un po' di più la vostra prima impressione verrà confermata non appena osserverete la cornice di plastica attorno ai controlli e la loro corsa plasticosa. Non c'è modo di pensarla diversamente, il NAD C350 sembra più spartano se comparato alle lucenti finiture dei suoi principali rivali orientali.
Per lo stesso prezzo potreste comprare un amplificatore ottimamente rifinito da una dei grossi colossi giapponesi. Se spendete un po' di più potrete uscire dal negozio con un amplificatore britannico che suona bene e che sembra perfino migliore. Quando in seguito realizzerete che il NAD C350 è costruito in Cina, potreste chiedervi perchè considerarli tutti allo stesso prezzo ed ancora degni di tale concorrenza.
Purtuttavia, tutti coloro che conoscono la filosofia NAD ed il loro modo di fare le cose scopriranno che c'è un po' più di questo.

Vedete, NAD è solito spendere i vostri sudati guadagni non su involucri finemente luccicanti, o su controlli costosi, ma su componenti interni di qualità abbinati ad una progettazione rivolta al buon suono. Questo approccio ha assegnato loro una distinzione particolare fra i costruttori di Hi-fi per essere riusciti a coniugare una qualità audio superiore con prezzi sostanzialmente bassi. Questo amplificatore non vincerà mai un concorso di bellezza, ne' risulterà particolarmente interessante nel vostro mobiletto porta-elettroniche ne' su di una mensola. Così se state cercando un componente luccicante che attiri l'attenzione all'interno della vostra stanza, lasciate stare. Se, d'altra parte, vi piacerebbe un piccolo assaggio di Hi-Fi reale, senza per questo dover andare in bancarotta, allora continuate a leggere.

Dati tecnici

Le specifiche tecniche sono quelle cose che ci danno il gusto di leggere le riviste. Sono inoltre un abile richiamo con cui i fornitori audio cercano di impressionare i possibili acquirenti. Nel caso degli amplificatori la potenza è quella caratteristica in cui essi si concentrano maggiormente per ingaggiare una piccola battaglia psicologica di marketing. Quando dicono che il Tossini Thunderbolt 209 presenta "100 watt di uscita" suona tutto molto impressionante. Il fatto che il Thunderbolt friggerà i vostri tweeters con il 90% di distorsione e che andrà in clipping non appena si avvicinerà a quel dato di targa, è ovviamente poco importante. O che la sua risposta in frequenza e le sue capacità dinamiche su qualsiasi cosa che non abbia una resistenza di 8 ohm sia terribile. NAD fortunatamente ha un approccio totalmente diverso alle specifiche tecniche. Quello che dichiarano (in questo caso 60 watt per canale) sono specificati RMS per entrambi i canali in funzione per una risposta su tutta l'estensione della banda audio. Non è quindi una sorpresa che gli amplificatori NAD spesso ottengano misure molto superiori al dato dichiarato. Effettivamente ci si potrebbe fare una idea da quello che loro chiamano potenza "dinamica" che per questo amplificatore riporta 135 watt su 8 ohm, 190 watt su 4 ohm e 240 watt su 2 ohm. Ora guardate sotto il cofano il trasformatore toroidale ed i suoi ottimi transistor, e comincerete a capire il modo che ha NAD di fare le cose. Certo, questo è un amplificatore economico (abbastanza), ma otterrete sia un progetto molto ingegnerizzato sia un design ottimizzato in cambio dei vostri soldi.

Sono presenti le familiari tecniche di NAD di soft clipping (che protegge i vostri diffusori se voi continuate ad insistere nel disturbare i vostri vicini o nel danneggiare le vostre orecchie con volumi di ascolto assurdi in spazi contenuti) e di Impedance Sensing Circuit (che regola le caratteristiche di uscita in potenza in funzione dei diffusori che vengono effettivamente pilotati). Ci sono molti ingressi di linea (l'ingresso phono è disponibile come opzione) e la possibilità di dividere la sezione pre dalla sezione finale in modo da essere usato sia come integrato che in accoppiamento con altre elettroniche.
In effetti ci sono due coppie di pre-out sul C350 rendendolo un dispositivo versatile in grado di poter sfruttare anche un possibile bi-amping o altre diverse configurazioni. Inoltre viene venduto con un ottimo telecomando che è in grado di controllare anche altri componenti.

Come suona

Ok, adesso avete una idea di cosa sia il NAD C350. Ha una buona erogazione di corrente, buone caratteristiche ed un prezzo ragionevole per quello che offre. Ma la domanda è, come suona? Potreste pensare che tutti gli amplificatori a questo prezzo di listino abbiano molto di molto poco, con appena piccole differenze nel loro carattere. Bene, questo può essere, ma evidentemente nessuno lo deve aver spiegato a NAD. Persino da freddo, ed appena tirato fuori dalla scatola, il C350 suona immediatamente diverso: è più sicuro di qualsiasi cosa voi abbiate diritto di ottenere a questo prezzo. Lasciatelo scaldare un po' ed un sorriso involontario affiorerà sulle vostre labbra non appena vi renderete conto che state ascoltando vera Hi-Fi nella vostra casa, senza aver dato un grosso colpo al vostro conto in banca.
Riprodurre la musica non è solo risposta in frequenza, potenza di uscita o rispetto delle distorsioni dichiarate, ma l'abilità di riprodurre realisticamente il timbro e la presenza degli strumenti registrati (inclusa la voce umana) in differenti ambienti acustici. Un flauto deve suonare come un flauto. Un violino deve suonare come un violino. Un piano come un piano. Una tromba come una tromba, e così via. Se sapete come suonano gli strumenti in realtà, saprete anche come realmente pochi impianti (a qualsiasi prezzo) si avvicino al loro suono. Quando questo avviene, i risultati possono essere magici. Molto di tutto questo ha a che fare con la dinamica e con l'abilità di riprodurre la struttura armonica degli strumenti in questione.
Per ottenere tutto ciò l'accoppiata amplificatore diffusori deve essere scelta con cura. Allo stesso modo deve essere buono anche l'accoppiamento fra diffusori e stanza di ascolto. Il NAD C350 lo sa, come se fossero dei passi obbligati verso la perfezione e si comporta di conseguenza.

La prima cosa che vi colpisce è la qualità tridimensionale del suono, con gli strumenti e le voci che sono disposti precisamente nello spazio, una caratteristica che vi potreste aspettare da amplificatori high end, ma che è una sorpresa a questo livello di prezzo. Ma c'è di più. Gli strumenti musicali suonano effettivamente come strumenti musicali, e non come ritagli di cartone come vengono spesso riprodotti dagli stereo compatti. All'inizio mi chiedevo se il NAD non fosse un po' secco verso le basse frequenze, fino a quando non ho capito che semplicemente partiva e si fermava con i tempi giusti, senza overhang o "eccessi" che confondono le cose. Infatti questa qualità ritmica si manifesta in una grande varietà di registrazioni. Allo stesso modo nelle alte frequenze non c'è segno di esagerazioni sul suono (a differenza di alcuni amplificatori che sono descritti essere "dolci" o eccessivamente "aperti"). Il NAD riproduce semplicemente quello che trova nelle registrazioni. Se ci fossero le alte frequenze, le sentireste. Se non ci sono, non le sentite. Questo naturalmente è come dovrebbe sempre essere. Dopo aver ascoltato una gran quantità di musica con il C350, ho esitato nell'ascoltare le suonate per clarinetto di Mozart, perchè le ritengo speciali e devono essere gustate, come un bicchiere di buon vino. Non dovevo avere fretta.
Nel giro di pochi secondi mi ero completamente dimenticato dell'Hi-Fi e dei meccanismi di riproduzione e mi trovavo trasportato in un'altra era dall'estro di Mozart. Il clarinetto era dentro la stanza con me, con una presenza piena e gloriosa, completamente svincolato dai diffusori e dalle elettroniche. Stavo solo godendo della musica che amo. Non è poi questo quello che importa? E' così importante il nome che deve esserci sull'elettronica? O quale sia il commento di un pazzo che si possa trovare in una qualsiasi rivista? Il NAD C350 ha la capacità di riprodurre musica in casa con un alto grado di realismo. Credetemi, non uso queste parole con leggerezza. Non posso usare complimento migliore.

Conclusioni

Questo è un amplificatore integrato che offre tutto ciò di cui voi avete realmente bisogno, dategli una sorgente di buona qualità e due diffusori in sintonia con la vostra stanza, e riprodurrà la musica in maniera pregevole. Ho ascoltato sistemi dal costo dieci volte superiore che non riuscivano a riprodurre la dinamica e la timbrica degli strumenti reali.
Ho ascoltato sistemi dal costo superiore della mia auto, che riuscivano a fare molto rumore, ma che non riuscivano a far suonare un piano come un piano. Ho sentito raramente la voce umana così accuratamente riprodotta in una qualsiasi mostra Hi-End, qualsiasi artefatto avessero impiegato. Ma questo piccolo NAD da una bella pugnalata a tutto questo, e lo fa con molta convinzione. Questo sarebbe stato rimarchevole qualunque fosse stato il suo prezzo. Per un amplificatore che costa meno di 500 euro, questo è estremamente rimarchevole. Alcuni pensano che Hi-Fi voglia dire poter riprodurre il volume di una sala da concerto nella propria casa - un completo nonsenso naturalmente, perchè non è possibile ricreare le stesse condizioni acustiche, oltre al fatto che sarebbe pericoloso per la vostra salute. Per tutti coloro che desiderassero apprezzare la musica nella propria casa, questo amplificatore è capace di buttare un occhio sia alla partitura che alla registrazione in maniera molto convincente. Accoppiatelo con dei diffusori veloci ed una sorgente almeno decente ed avrete tutto ciò che vi serve per godere della musica in casa vostra, ad un prezzo molto ragionevole.

Così... se volete avere in casa vostra un contenitore metallico dal nome altisonante così osannato dai media Hi-Fi, passate oltre. Questo vi qualificherebbe come membro di una società segreta sconosciuta, persino se vi sarete finanziariamente prosciugati. Se, diversamente, siete delle persone che apprezzano i momenti più fini del successo artistico umano, e volete semplicemente gustare le registrazioni di questo tipo, in casa vostra, allora uscite e comprate un NAD C350. Poi potete spendere un po' di soldi in dischi di Mozart, Chopin, Beethoven, Wagner, o qualsiasi altro autore che rapisca la vostra immaginazione. Questo è un bellissimo piccolo amplificatore che mancherà dolorosamente a tutti coloro che si stanno convertendo all'home cinema ed hanno dimenticato quale sia il suono dei veri strumenti musicali. Non sarebbe quindi bene che ne seppellissimo almeno uno nel nostro giardino per quei piccoli marziani verdi che lo scopriranno quando tutti noi ce ne saremo andati? Loro probabilmente apprezzeranno l'elegante semplicità ed il semplice progetto di questo amplificatore, e li potrebbe convincere, una volta tanto, che noi sapevamo cosa stessimo facendo. E mi chiedo, e se anche loro avessero un Mozart?

© 2003 Copyright Julian Ashbourn - www.tnt-audio.com

Traduzione italiana ed HTML: Danilo Ronchi

[ Home | Redazione | HiFi Shows | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]