[ Home | Redazione | Editoriali | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Editoriale di Ottobre 2005

...su Forbes!

[...TNT-Audio on Forbes!]

Chi segue il nostro Forum di discussione è già al corrente della notizia. Per tutti gli altri credo si tratti di una GROSSA SORPRESA. Senza farla tanto lunga, vi comunico che la vostra piccola TNT-Audio è stata citata dalla rivista americana Forbes, in pratica la bibbia universale dell'alta finanza, quella che stila le classifiche annuali dei 10 uomini più ricchi del mondo, per capirci.
Il riconoscimento arriva in quanto siamo stati i principali artefici del fenomeno "economico" (poteva essere altrimenti?) del T-Amp, e della crescita esponenziale del fatturato di questa piccola Azienda americana dopo che l'amplificatorino dei miracoli è stato recensito qui su TNT-Audio.
Nell'intervista alla Sonic Impact viene infatti messo in evidenza il fatto che - dopo la nostra recensione - le vendite sono cresciute in maniera esponenziale: da poche centinaia di unità al mese si è passati alle attuali 4000. La parte divertente della storia riguarda la totale inconsapevolezza della stessa Sonic Impact: hanno visto le richieste aumentare all'improvviso e senza motivo...poi hanno scoperto la nostra recensione (immagino segnalata da qualche customer) e tutto è diventato chiaro!
Vista l'insperata ed imprevista "virata" verso il mercato HiFi, la piccola Azienda americana ha ben pensato di cavalcare l'onda fintanto che è possibile. Pertanto, hanno previsto un nuovo T-Amp in un "case" audiofilo, con connettori adatti e tutto il resto (costo circa 140$) più una versione da 50 watt per canale che dovrebbe attestarsi sui 350$. Nell'articolo su Forbes parlano di progetti in stadio già avanzato che dovrebbero vedere la luce nel 2006. Per tutti i dettagli e l'articolo completo vi invitiamo a visitare la versione web della prestigiosa rivista americana. L'articolo è infatti disponibile online seguendo questo link (non siamo sicuri che resterà disponibile per sempre, quindi affrettatevi). Il numero in edicola è il 6, Vol. 176, 3 Ottobre, 2005. L'articolo è a cura di Dan Lyons.

Successo della Sonic Impact a parte, successo del quale TNT-Audio è stata principale artefice, come loro stessi hanno ammesso nell'intervista, resta da segnalare il fatto che per la prima volta un "magazine" lontano dal nostro mondo e con un "impact factor" così elevato come Forbes ha parlato di una rivista HiFi ed ha acceso i riflettori di tutto il mondo sulla nostra piccola "nicchia" di appassionati. Si è tornati a parlare di HiFi anche lontano dai nostri "ambienti" e questo, se ce lo consentite, è una forma di pubblicità per il nostro settore che va al di là di ogni più rosea aspettativa.

Da quando l'HiFi non è più uno status symbol (anni '70), cessato il clamore per l'avvento del CD (anni '80) ed archiviata la bolla speculativa dell'Home Theater (anni '90) i riflettori sul nostro mondo si erano tristemente spenti. Certo, di HiFi continuiamo a parlarne, tra noi...e poco più, con le nostre solite lotte tra guelfi e ghibellini, animati da un livore che non ha alcuna giustificazione.
Questa fornita dal T-Amp e da TNT-Audio, grazie all'esposizione "planetaria" che ha una rivista prestigiosa come Forbes, è un'occasione UNICA per tornare a far parlare di ciò che ci sta più a cuore, la riproduzione fedele della Musica.

[...TNT-Audio on Forbes!]

A questo punto il fatto che il T-Amp suoni bene o meno, che sia un ammazza-giganti oppure no ha ormai poca importanza. Anche se non vi piace il nanerottolo, pensatelo come un ottimo pretesto perché si parli nuovamente di HiFi "vera" e non dei surrogati che da tempo sembrano volerci imporre: dati digitali compressi, audio multicanale compresso, impiantini all-in-one a 7 diffusori da 300 euro, tutte cose che non possono che dare il colpo di grazia ad un settore che, complice la congiuntura economica sfovorevole, sta boccheggiando da tempo.
Quanta gente si è nuovamente - o per la prima volta! - avvicinata all'HiFi "invitata" dal fenomeno T-Amp!!! Quanti hanno acquistato ed acquisteranno diffusori "adatti", magari di sensibilità adeguata e forse una nuova sorgente, al posto del solito compattone! Quanti studenti squattrinati hanno provato e proveranno a creare il primo impianto intorno al T-Amp, magari autocostruendosi dei diffusori facili facili monovia largabanda!
E' un peccato che molti addetti al settore, giornalisti in primis, non abbiano capito l'importanza del "pretesto" ma hanno pensato subito a curare il proprio orticello (e magari quello dei propri inserzionisti più cari) tentando di "insabbiare" il fenomeno, minimizzando, ridicolizzando etc. Qualcuno è arrivato a dire - con malcelata soddisfazione - che il fenomeno si stava "ridimensionando" (sic!).
L'articolo su Forbes prova chiaramente il contrario e, consentitemi un'anticipazione, non sarà un caso isolato. Siamo già stati contattati da un altro "colosso" dell'editoria americana in merito al "fenomeno". Altro che ridimensionamento...sono passati appena 9 mesi dalla nostra recensione del T-Amp...direi che siamo solo all'inizio.

E' tuttavia molto triste constatare come, pur di difendere le proprie posizioni, si perda di vista l'obbiettivo principale, il main target che dovrebbe stare a cuore a tutti noi: far parlare nuovamente di HiFi, attrarre l'attenzione delle "masse" verso la nostra passione. Solo così potremmo essere ragionevolmente sicuri che la nostra "nicchia" non si rimpicciolisca ancora di più. Ad alcuni il mercato di "nicchia" fa comodo, ammettiamolo, visto che consente di tenere i prezzi elevati, oltre ogni ragionevolezza. Non credo sia l'interesse di noi acquirenti ed appassionati, comunque.
TNT-Audio ha sempre sostenuto, ripetendolo instancabilmente da 10 anni ormai, che l'HiFi deve essere alla portata di tutti. Nel lungo periodo, una certa "democratizzazione" del settore porterà benefici tangibili anche per coloro che acquistano solo high-end di massimo livello.

[...TNT-Audio on Forbes!]

In conclusione, non possiamo nascondere la nostra soddisfazione per questo importante riconoscimento al nostro "lavoro" (virgolettato d'obbligo). Per una rivista senza profitti come TNT-Audio, apparire sul magazine più famoso al mondo, dedicato all'alta finanza è quantomeno..."singolare"! Ne siamo fieri, ovviamente, ma soprattutto questo ci conforta nelle nostre scelte: andare controcorrente, proporsi "fuori dagli schemi" e mettersi in gioco, con coraggio e pesantemente come abbiamo fatto noi, alla fine ha prodotto dei buoni frutti...per tutto il settore.
Si parla di nuovo di HiFi anche fuori dai nostri recinti e, scusate, ma ci sembra davvero una gran bella cosa.
Comunque...in guardia! Vedrete che i consueti "minimizzatori" affileranno le loro armi, magari perché su Forbes avrebbero preferito essere citati loro ;-) (a pensar male si fa peccato...con tutto ciò che segue).
State sintonizzati e non dubitate...ci faremo sentire :-)

© Copyright 2005 Lucio Cadeddu - www.tnt-audio.com

[ Home | Redazione | Editoriali | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]