Inter.vista con Lothar Sander, fondatore di Loth-X Audio

[English version]

Guidato dai valori e principi della musica

È sempre un vero piacere incontrarsi con queste anime devote, sentire la loro storia, le loro teorie e i loro obbiettivi musicali. L'espansione di Internet ci ha permesso di scambiare idee ed esperienze con gli amanti della musica e gli autocostruttori. È attraverso questi gruppi di interesse che siamo stati indirizzati a Loth-X.
I loro prodotti potevano essere visti e sentiti in molte sale al CES 2000 di Las Vegas. Noi abbiamo incontrato Lothar nella sua sala principale, guardando i suoi oggetti e ascoltando la magia che essi creavano.
Diffusori ad alta efficienza e triodi di bassa potenza è una strada poco battuta nell'audio commerciale. Era comunque interessante saperne di più circa questa azienda. Lothar gentilmente ci illustra il background e i principi che sono dietro l'azienda.

TNT-Audio >
Lothar, la tua azienda, la Loth-X, nasce ufficialmente nel 1998, ma a giudicare dal parco prodotti sembra che sia nata molto prima. Parlacene.

Lothar >
Hai ragione, Loth-X non nasce nel 1998, e in effetti il 1998 è stato solo l'anno di creazione della società. Gli altoparlanti a banda intera sono stati sviluppati in 15 anni da Stefan, i giradischi in almeno 5 da Jagdeep e gli amplificatori sono stati fatti da una persona che non vuol essere menzionata in pubblico (Mr. X).
Io ero solo un appassionato di musica e hifi sempre alla ricerca di persone con lo stesso tipo di visione di un suono vibrante e coerente. La mia "carriera" di autocostruttore è stata terribile (è normale, sono un avvocato) ma sono riuscito a trovare un bel gruppo di persone con progetti validi per fondare un'azienda.

TNT-Audio >
Nel tuo "cartello" tu dici che i valori e i principi della musica guidano l'azienda. Puoi spiegarci?

Lothar >
La musica è una base, essa è uno dei più antichi modi di comunicazione, ed infatti esisteva prima del linguaggio.
La musica quindi influenza noi tutti. Ci fa ridere, piangere, ci dà speranza, ci rende tristi ecc. Riguardo i valori della musica: c'è di base un aspetto di profondo rispetto nella musica, il rapporto che lega il compositore e le persone che amano la sua musica. La musica ci dà dei valori, che dovrebbero essere comuni, tolleranza e rispetto; essa apre i cuori di ognuno di noi in questo mondo e ci fa comunicare senza dire una parola, senza parlare la stessa lingua.
Noi proviamo a trasportare il più possibile in un sistema hifi casalingo la stessa atmosfera della registrazione. Noi tutti vogliamo poter chiudere gli occhi e sentire la musica sommergerci, dandoci brividi in tutto il corpo.

TNT-Audio >
Hai scelto di realizzare i tuoi diffusori con altoparlanti a banda intera e trombe. Perchè hai preso questa strada?

Lothar >
Le trombe e i banda intera hanno la possibilità di darti un suono coerente, vibrante, diretto, molto vicino all'esperienza "dal vivo". Pensiamo che sia l'unico modo per avvicinarsi all'originale

TNT-Audio >
Molti ascoltatori apprezzano le trombe e concordano sul fatto che esse forniscono una grande dinamica con una bassa distorsione, ma i principale difetti nel passato sono stati le colorazioni introdotte e le dimensioni.
Come li hai risolti?

Lothar >
Sono pienamente d'accordo su questo. Noi abbiamo cambiato la costruzione delle trombe; abbiamo cambiato il materiale dei coni e in questo modo la colorazione è quasi scomparsa, in realtà non è peggiore che in qualsiasi altro diffusore.
una parola: Mi sorprendo sempre quando i rivenditori o i clienti mi dicono: "La voce è colorata", dato che loro non sono stati alla registrazione. Per esser giusti potrebbero dire che suona differente, come non hanno mai sentito prima, ma non in assoluto.
Uno deve decidere se gli piace un certo suono o no. Questa è ancora la parte affascinante dell'Hi-fi.
Uno dovrebbe riuscire a percepire emozioni comparando i sistemi, a prescindere dall'opinione dei recensori.

TNT-Audio >
Tu hai introdotto un nutrito parco di diffusori con differenti livelli di prezzo, da quelli più economici a quelli senza compromessi.
Quali sono le principali differenze tra i modelli?

Lothar >
Gli ION 1 e 2 sono diffusori "entry level" a due vie, gli ION 3 e 4 sono i primi diffusori a banda intera, il resto usa il banda intera Stamm. Noi proviamo a raggiungere il meglio possibile in tutte le categorie di prezzo in modo da dare lo stesso tipo di suono.
Forniamo differenti soluzioni a seconda del budget e dello spazio disponibile. Ma sicuramente confrontando uno ION 1 con gli altri nella sua classe di prezzo il suono è molto differente più aperto e "legato".

TNT-Audio >
Oltre i diffusori voi avete anche 3 differenti giradischi.
Potresti dirci di più su questi giradischi, e la filosofia che sta dietro al progetto?

Lothar >
Jagdeep, da buon ingegnere meccanico, combina differenti materiali in modo da rendere il piatto il più libero possibile dalle vibrazioni.
Lo stesso per la base del braccio, quindi il suono è molto fermo, più stabile, specialmente dato che non usiamo assolutamente molle e sospensioni.

TNT-Audio >
Il fatto che ti sei focalizzato sui giradischi significa che non ti piace il digitale?

Lothar >
Onestamente solo ora c'è qualche CD con una qualità sonora accettabile. Nella nostra showroom noi lasciamo i clienti confrontare il nostro giradischi Carmen con una combinazione digitale ???SGD 30000.00.
Nessuno fino ad ora ha preferito il CD; rimangono stupiti di quanto grande è la differenza.
Stiamo considerando di costruire almeno un DAC, ma ci vorrà un bel po' di tempo per arrivare ad un suono il più simile possibile all'analogico. E non bisogna scordare che le nostre orecchie sono analogiche e in psico-acustica è un dato di fatto che non puoi ingannare le tue orecchie.
In qualche modo le orecchie riconoscono le differenze tra digitale e analogico in modo netto. Ma scordandoci questa cosa ancora una volta, attualmente ci sono CD registrati molto bene (un esempio Verve, "remember Shakti" di John McLaughlin, Zakir Hussain etc.) posso ascoltarlo per ore e continuare a godermelo.

TNT-Audio >
Oltre ai diffusori e i giradischi hai anche un preamplificatore in produzione. L'unità è basata su tubi e alimentata a batteria?
Qual'è stata l'idea e il progetto dietro a questo pre?

Lothar >
Il preamplificatore usa la 12AY7 anche se questa è conosciuta per essere più rumorosa della 12AX7. ha un comportamento migliore. Quindi fin dall'inizio sapevamo che l'alimentazione doveva essere il più pulita possibile.
Mr. X è un esperto nell'analogico e costruisce alimentatori, quindi egli sapeva come realizzare un'amplificazione a batteria senza necessità di ricarica per 50 ore. Il risultato è la massima pulizia possibile.

TNT-Audio >
A Las Vegas avete presentato un prototipo di amplificatore basato sulla 300B, anche questo a batteria. Dacci più dettagli.

Lothar >
Funziona per 7.5 ore senza necessità di ricarica, usa una 310A WE N.O.S. come driver e una 300B WE.
La potenza è di 7 Watt per canale. Entrambi il pre e il finale sono costruiti a mano su ordinazione e sono cablati in argento, i trasformatori nel finale utilizzano cavo d'argento sottilissimo per la massima qualità sonora.

TNT-Audio >
Ci sono vantaggi notevoli nel fatto che l'intera catena audio sia realizzata dalla stessa azienda. Questo permette al costruttore di creare sinergie tra i singoli componenti
La maggior controindicazione è che il più delle volte l'azienda è specializzata in un campo, dove eccelle, mentre nelle altre aree non raggiunge lo stesso livello di eccellenza. Voi come avete risolto il problema?
Avete diversi progettisti che lavorano ognuno nel suo campo?

Lothar >
Come ho detto prima abbiamo tre differenti progettisti ognuno con una propria forte personalità e punto di vista.
L'aspetto positivo è che troviamo sempre un approccio sonico comune. In questo siamo molto fortunati, è molto difficile che ciò avvenga.

TNT-Audio >
L'amplificatore che avete presentato a Las Vegas appare come un oggetto top. State pianificando di introdurre amplificatori per consumatori meno facoltosi?

Lothar >
C'è già un prototipo di integrato single ended molto "abbordabile". Pensiamo di presentarlo al CES 2001.

TNT-Audio >
Ci vorresti parlare dei vostri prossimi progetti?

Lothar >
Bè, di sicuro lanceremo dei nuovi cavi per Luglio di quest'anno.

TNT-Audio >
Ed infine, Lothar, qual'è il tuo pensiero sul futuro dell'audio? Cosa ti piacerebbe vedere in questo futuro?

Lothar >
Credo fermamente che l'audio non morirà mai, dato che la musica stessa non morirà mai. L'umanità ha bisogno della musica come dell'aria che respira. C'è un cambiamento che sta nascendo e che non ha niente a che vedere con l'home theatre e gli effetti speciali, tornano in auge i giradischi, gli ampli a tubi, c'è una rinascita dei vecchi valori.
E non ci interessa se diventeremo ricchi o no (ci basta riempire la scodella) la filosofia principale in Loth-X è la musicalità prima, i profitti vengono dopo.
Non siamo disposti a tagliare i costi per aumentare i nostri profitti. Se ogni azienda facesse ciò, se ogni venditore Hi-fi facesse ciò, i clienti tornerebbero e comprerebbero tranquilli. Io credo ancora che l'Audio non morirà, qualunque cosa succeda.

Dopo aver finito la frase precedente, Lothar ha fatto una pausa poi ha detto: "Spero di non essere stato troppo ottuso nelle mie risposte ma questo è il nostro modo di pensare e invitiamo la gente a condividerlo."

Cortesemente Lothar Sander per TNT.
Intervista grazie a Patrik Klangerstedt

Copyright © 2000 TNT-Audio - http://www.tnt-audio.com
Traduzione: Giovanni Aste