[ TNT | Redazione | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Lettere alla Redazione

ATTENZIONE!!! Pregasi leggere prima le Istruzioni per l'uso
Per le domande più generali leggete prima la rubrica Adeste Fideles!
Potete anche unirvi al nostro gruppo di discussione sull'HiFi!!!

I volumi della posta precedente

  1. Quanta potenza per un Sansui?
  2. Il verso nei cavi
  3. Infinity Ref 60
  4. Ronzii sospetti e acquisti...affrettati
Quanta potenza per un Sansui?
Ciao,
mi sono imbattuto casualmente nelle pagine di TNT.
Ho letto varie rubriche, tra cui il testo sui coordinati, che mi è parso molto intelligente e preciso. Sono d'accordo.
Veniamo al sodo, pur essendo un musicista e audiofilo, mi sono imbattuto in TNT per caso, e per un motivo molto venale.
Vorrei comprare delle casse per un ampli SANSUI AU-G33X che mi è stato regalato, e che in cuffia suona davvero bene. Problema: non so quanti watt eroga.
Ho cercato ovunque, e non ne ho la più pallida idea. Per questo ricorro al tuo aiuto.
Inoltre, calcolando che lo userei in studio di postproduzione video, non ho bisogno di casse mostruosamente potenti e fedeli, ma mi basta qualcosa di dignitoso. Sapresti consigliarmene alcune?
Grazie moltissime e complimenti per TNT che oramai è in cima ai miei bookmark.
Filippo Gregoretti - E-mail: greg@netart.it

LC
Caro Filippo,
mi fa piacere che l'articolo sui coordinato ti sia piaciuto, in fondo, per chi non è addentro a questo ambiente, le mie motivazioni contro i coordinati possono sembrare un po' "astruse".
Consentimi di dire che, fortunatamente, il tuo è un falso problema. Infatti, se avessi letto anche l'articolo su "Come scegliere l'amplificatore" e "Come scegliere le casse" avresti capito che la potenza dichiarata è un dato che dice molto poco sulle reali caratteristiche di un ampli o di una cassa.
Presumibilmente il tuo integrato è sui 50 watt per canale, ma per scegliere le casse potrebbe averne, 20, 100 o 150 che non cambierebbe praticamente nulla.
Come spiego infatti negli articoli citati è molto più probabile che un ampli poco potente rompa le casse (di qualunque potenza) piuttosto che un ampli molto potente.
Per capirci, facciamo un paragone automobilistico. In autostrada, a 130 all'ora, è più probabile che si rompa o si surriscaldi di più il motore di una 126 piuttosto che quello di un'Alfa 156. Giusto? Eppure entrambe possono andare a 130. Il problema è che per una quello rappresenta il limite (e quindi tutti gli elementi meccanici sono al limite dello stress) mentre per l'altra è una tranquilla velocità di crociera.
Ora, ascoltare le casse ad un volume moderatamente alto, significa utilizzare un piccolo ampli ai suoi limiti....col rischio che bruci gli altoparlanti delle casse, poco disposte a tollerare il funzionamento di un ampli sotto stress.
Molto meglio un ampli più potente che, allo stesso volume, funziona in completo relax. Più tecnicamente: un ampli produce corrente alternata e le casse sono fatte per funzionare con tale tipo di "alimentazione". Un piccolo ampli usato al limite comincia a produrre corrente continua, sgradita a tutte le casse, comprese quelle da 10.000 watt. Quindi si bruciano gli altoparlanti. Spero sarò perdonato per la semplificazione eccessiva.
Detto questo, non preccuparti della potenza delle casse e di quella dell'ampli. Basta usare il tutto con intelligenza e non si può rompere niente. In ogni caso ti accorgi da te quando è bene non andare oltre: la distorsione del suono è il primo segnale che si sta chiedendo troppo o all'ampli o alle casse. Un po' come un motore in fuorigiri...ti accorgi ad orecchio che è meglio non andare oltre.
La scelta delle casse andrà quindi fatta in base al budget da te stanziato (tenendo conto che anche per meno di 400 mila lire si trovano delle buone cose, leggiti un paio di prove qui su TNT-Audio) ed in base alla stanza dove andranno installate.
Quindi, per poterti consigliare meglio, avrei bisogno di questi elementi.
A presto!
Lucio Cadeddu

Il verso nei cavi
Caro direttore...
Sono curioso di sapere perchè i cavi di segnale di qualità presentano un verso...
Io ho un Qnect che montai senza badare al verso, poi un bel giorno mi venne la curiosità di controllarlo, dopo aver letto su Suono la recensione di un cavo di segnale dove sono venuto a conoscenza del "verso".
E in effetti io l'avevo montato al contrario (la freccia andava dall'ampli al cd!).
Fatta la sostituzione ho trovato un suono con più dettaglio alle alte frequenze...ma come mai?
Un cavo di segnale non dovrebbe essere bidirezionale?
Grazie dell'attenzione
Alessio - E-mail: xalessio@iol.it

LC
Caro Alessio,
la direzione del cavo è da intendersi in questo senso: tutti i cavi semi-bilanciati hanno due conduttori (positivo e massa) più una calza schermante che è collegata solo da una parte. Ecco perchè vanno collegati seguendo un certo verso. Per farti un'idea più precisa, basta che dai un'occhiata al nostro cavo autocostruito
TNT Shield.
In verità, molti costruttori hanno indicato un verso anche per i cavi che NON hanno alcuno schermo, adducendo come spiegazione la speciale trafilatura dei conduttori. Sono molto restio a credere che gli elettroni si accorgano della direzione lungo la quale il rame è stato trafilato....comunque, ognuno è libero di affermare ciò che gli pare. L'ascolto è il giudice supremo.
In definitiva, tutti i cavi provvisti di schermo (sia di segnale che di potenza) vanno collegati seguendo il verso giusto, altrimenti l'azione schermante della calza non funziona come dovrebbe.
Ciao!
Lucio Cadeddu

Infinity Ref 60
Caro Lucio,
innanzi tutto complimenti per il lavoro che state facendo :) si riconoscono subito le persone veramente appassionate di musica come te e non semplicemnte "audiofili" (e non ti suoni come una sviolinata).
Fatti i complimenti ti vorrei fare una domanda: premetto che sono un gran cultore della musica (a 360) ma purtroppo sono un neofita (ignorante) per quanto riguarda l'Hi-Fi.
Cosa ne pensi tu dei "vecchi" diffusori da pavimento Infinity Reference 60?? Io ho avuto l'occasione di ascoltare su un impianto i suddetti diffusori ma purtroppo non conosco le caratteristiche tecniche precise, ricordo solo un amplificatore Audiolab e un preamplificatore valvolare autocostruito. Se ti serve mi posso informare più dettagliatamente.
Comunque mi ricordo che all'ascolto mi hanno veramente emozionato e colpito soprattutto nella dinamica però c'era qualche cosa di strano nelle basse frequenze (fino a lì ci arrivo ;)
Siccome volevo acquistare il sistema volevo sapere una tua opinione.

Poi ti volevo anche chiedere come mai non avete recensito neanche un diffusore Infinity?
Grazie per l'aiuto e mi raccomando : continuate così!! :))
Paolo Biancofiore - E-mail: paolob@mercurio.it

LC
Caro Paolo,
parto dal fondo della tua lettera. Se avessi letto con attenzione le regole su come usare la rubrica della posta l'ultima domanda te la saresti potuta risparmiare. Non abbiamo provato diffusori Infinity perchè evidentemente la Infinity (o il distributore italiano) non è interessato a farcele provare.
Faccio osservare che, non sarà questo il caso, ma molti Costruttori/Distributori si sentono a disagio con una rivista che non accetta condizionamenti o ricatti commerciali (tramite pubblicità, s'intende).

Venendo allo specifico, ti SCONSIGLIO fortemente l'acquisto del sistema completo perchè, a quanto ho capito, è uno dei primi che hai avuto modo di ascoltare. L'HiFi non si acquista così. Prima di decidere per un impianto completo bisogna informarsi e soprattutto ASCOLTARE. Acquisteresti la prima auto che ti capita sottomano? Io no.
Nel caso specifico, la variabile pre a valvole autocostruito è difficile da controllare...e potrebbe anche trattarsi di una emerita porcheria.
Se l'acquisto riguardasse solo i diffusori il consiglio è quello di girare un po' e continuare ad ascoltare. Le Ref 60 sono dei grossi diffusori di prezzo basso...e suonano un po' gonfi in...basso, come il tipico acquirente di quel tipo di diffusore desidera.
Valgono tutti i soldi che costano....ma io proverei ad ascoltare anche qualcos'altro.
Inoltre, tutto va rapportato al resto dell'impianto e, SOPRATTUTTO, all'ambiente dove andranno inseriti i diffusori. Inutile inserire dei cassoni tipo frigorifero in una stanzetta 3x3.
Senza queste informazioni fondamentali è difficile fornire indicazioni precise.
Lucio Cadeddu

Ronzii sospetti e acquisti...affrettati
Egr.Direttore,
volevo cortesemente un suo consiglio.
Ho un Pre Audio Note M7 line e un anno fa vi abbinai un Audio Tekne IT2, perchè i finali ML2 non erano adatti a detta di molti (sarà vero?).
Ma con questo finale ho avuto una grande delusione,perchè un canale suonava qualche db più dell'altro anche cambiando una valvola con l'altra.
Consideri che come diffusori ho dei Lowther Delphic con PM5A silver 16ohm. A detta di un esperto che sicrive su Costruire HIFI e adesso anche su FDS, l'Audio Tekne ha di questi problemi, mi ha spiegato anche tecnicamente perchè, ma sinceramente non saprei spiegarlo.
Comunque invogliato da varie letture su Costruire HIFI mi sono fatto assemblare l'integrato LO SCHERZO di Chiomenti. Altra delusione oltre al difetto simile all'Audio Tekne un gran ronzio. Consideri che il difetto dei canali non si aveva ne' con ML2 ne' con degli AUDION Mono che avevo provato, questo per evitare che si pensi fossero i diffusori.
Mi hanno detto che la colpa del ronzio sia del DAC, un Audio Note Dac3 signature e la sua sensibilità d'uscita. Nel frattempo, come lei sa le avevo inviato una email chiedendole del finale AUDIA, l'ho sentito e acquistato.
Collegato al pre Audio Note ronzio ancora più pronunciato. Anche qui credo sia quindi un problema di interfacciamento. Ora le chiedo, cosa devo fare?
Io vorrei disfarmi dell'Audio Note M7 line e delle Lowther e diciamo virgolettando "ritornare tra i comuni mortali".
Quindi in primis se tengo quello che ho come ovviare? Oppure ancora meglio cosa abbinare all'AUDIA rivendendo Audio Note e Lowther?
Grazie
Silvio Coppola - E-mail: zorn@advcom.it

LC
Caro Silvio,
certo che alla sfortuna hai dato una bella mano d'aiuto! E già, a parte la parentesi dello Scherzo, come ti è venuto in mente di acquistare un finale costoso come l'Audia senza provarlo nel tuo sistema?????
Vabbè, ormai è fatta, inutile piangere sul latte versato. Il problema di sbilanciamento dei due canali è evidentemente un problema degli apparecchi a monte, ossia pre e DAC. Il fatto che non si presentasse coi vecchi finali non significa nulla, infatti potrebbe essere un problema sorto DOPO la loro sostituzione.
Io per prima cosa farei controllare da un bravo tecnico le uscite degli apparecchi Audio Note, magari il problema è tutto lì.
Il ronzio può essere un problema analogo (apparecchi a monte) oppure più semplicemente un loop di massa malefico.
Bisognerebbe vedere come sono collegati a terra i singoli apparecchi. Fai questa prova: scollega il connettore centrale della spina elettrica di ogni apparecchio TRANNE UNO. In pratica così avresti un solo apparecchio, preferibilmente il pre, a scaricare a terra tutto l'inquinamento captato da cavi e cabinet metallici.

Dai anche una controllata ai cavi: può anche essere che nel connettere/sconnettere si sia danneggiato (dissaldato) un conduttore (o la calza) all'interno del cavo di segnale, sia quello tra DAC e pre, sia quello tra pre e finale.
Non c'è bisogno di acquistarne altri :-) : bastano due cavetti NUOVI da 1000 lire l'uno, quelli forniti "di serie" con gli apparecchi, per capirci. Se il problema scompare, la colpa è dei cavi.
Ancora: può essere che l'operazione di connessione/disconnessione dei cavi abbia invece danneggiato gli RCA d'ingresso/uscita degli apparecchi. Basta aprire a controllare che tutte le saldature nei connettori siano a posto. Ovvia raccomandazione: disconnettere tutto dalla rete elettrica prima di qualsiasi operazione, con la 220 non si scherza.

È tutto, però una raccomandazione finale, estesa un po' a tutti, te la voglio proprio fare: prima di acquistare apparecchi su apparecchi è più saggio accertarsi della causa del problema.
Se avessi chiesto PRIMA consiglio...probabilmente avresti evitato di buttar via un sacco di soldi e di tempo.
Auguroni e tienimi aggiornato!
Lucio Cadeddu

ATTENZIONE!!! Pregasi leggere prima le Istruzioni per l'uso
Per le domande più generali leggete prima la rubrica Adeste Fideles!
Potete anche unirvi al nostro gruppo di discussione sull'HiFi!!!

I volumi della posta precedente
Vol.01 | Vol.02 | Vol.03 | Vol.04 | Vol.05 | Vol.06 | Vol.07 | Vol.08 | Vol.09 | Vol.10 | Vol.11 | Vol.12 | Vol.13 | Vol.14 | Vol.15 | Vol.16 | Vol.17 | Vol.18 | Vol.19 | Vol.20 | Vol.21 | Vol.22 | Vol.23 | Vol.24 | Vol.25 | Vol.26 | Vol.27 | Vol.28 | Vol.29 | Vol.30 | Vol.31 | Vol.32 | Vol.33 | Vol.34 | Vol.35 | Vol.36 | Vol.37 | Vol.38 | Vol.39 | Vol.40 | Vol.41 | Vol.42 | Vol.43 | Vol.44 | Vol.45 | Vol.46 | Vol.47 | Vol.48 | Vol.49 | Vol.50 | Vol.51 | Vol.52 | Vol.53 | Vol.54 | Vol.55 | Vol.56 | Vol.57 | Vol.58 | Vol.59 | Vol.60 | Vol.61 | Vol.62 | Vol.63 | Vol.64 | Vol.65 | Vol.66 | Vol.67 | Vol.68 | Vol.69 | Vol.70 | Vol.71 | Vol.72 | Vol.73 | Vol.74 | Vol.75 | Vol.76 | Vol.77 | Vol.78 | Vol.79 | Vol.80 | Vol.81 | Vol.82 | Vol.83 | Vol.84 | Vol.85 | Vol.86 |

© Copyright 1999 Lucio Cadeddu

[ TNT | Redazione | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]