Audio Technica 150 MLX

Testina fonografica a magnete mobile

Recensore: Arvind Kohli - TNT USA
Data della recensione: Novembre, 2014
Traduttore: Roberto Felletti

[Testina AudioTechnica 150MLX]
[English version]

DATI  DEL  PRODUTTORE
Produttore Audio Technica
Prezzo consigliato dal produttore (mercato USA, dollari) $ 680, ma di solito è venduta a meno di $ 400
Tipologia Magnete mobile
Risposta in frequenza 10 Hz - 30 kHz, tolleranza non specificata
Separazione dei canali 30 dB a 1 kHz
Bilanciamento dei canali 0,8 dB
Peso di lettura 0,75 - 1,75 g; consigliato 1,25 g
Livello d'uscita 4 mV a 1 kHz
Impedenza consigliata del carico 47 kOhm
Capacità consigliata 100 - 200 pF
Coefficiente dinamico um/mN  [11 - 25  valore moderato] 10
Stilo Nude square
Cantilever Boro placcato oro
Peso della testina 8,3 g

Continuando il confronto tra testine fonografiche con un prezzo di vendita inferiore a 500 dollari (sul mercato statunitense), questo articolo è la continuazione dell'analisi iniziata con il confronto tra quattro testine. In questa sede esaminerò la AT 150MLX, proposta da Audio Technica.

È raro, oggi, trovare un appassionato che non conosca il marchio Audio Technica, azienda produttrice di testine, fondata in Giappone cinquant'anni fa. Il nome si è fatto strada anche nel settore dei microfoni e delle cuffie; tuttavia l'azienda rimane famosa e apprezzata nel mondo delle testine fonografiche. La mia precedente recensione della testina OC9 ML II MC ha messo in luce il suo grande valore, anche se da un punto di vista sonico non è al livello della Goldring Elite con cui è stata confrontata, visto che quest'ultima ha un prezzo due volte e mezza maggiore. La testina in esame è recensita in quanto parte della serie, poiché generalmente è venduta a meno di 500 dollari. Audio Technica ha una strategia di marketing che prevede un prezzo di vendita consigliato molto gonfiato; in realtà, sul mercato le testine sono vendute a molto meno e mai a un prezzo vicino a quello consigliato. Al momento in cui scrivo, il prezzo consigliato della OC9 ML II è 730 dollari, ma quello solito di vendita è circa 350 dollari; la 150MLX ha un prezzo consigliato di 680 dollari ed è venduta, di solito, a meno di 400 dollari. Francamente considero questa pratica piuttosto irritante e desidererei che la smettessero con quest'assurdità. Se qualcuno la ritenesse un'abitudine utile me lo faccia sapere, magari potrei conoscere i motivi validi che ne stanno alla base. Fine dell'invettiva.

Osservando la descrizione del produttore, sembra che ci siano alcune caratteristiche interessanti. Stando a quanto l'azienda sostiene, questa testina è provvista di quello che viene definito uno stilo MicroLine, che si dice sia simile a quello di tipo a taglio e, teoricamente, in grado di leggere meglio le informazioni incise nei solchi, particolarmente in gamma alta. Il cantilever in boro è placcato oro, allo scopo di smorzare qualsiasi risonanza; grossomodo, una versione in metallo di uno smorzamento a strato vincolato. E per finire, è presente una piastra schermante in metallo tra le strutture sinistra e destra del magnete, la cui funzione è permettere un elevato livello di separazione dei canali. Ma, come sempre, prendo queste affermazioni con più di un po' di grano salis e in definitiva faccio affidamento sulle mie orecchie per stabilire le prestazioni nette di un componente, mediante le prove d'ascolto.

L'ascolto

Prima di accingermi a un ascolto critico, ho sottoposto la testina a un rodaggio di 50 ore. Avevo fatto lo stesso per le quattro testine esaminate nell'articolo precedente e penso che questo modus operandi sarà il mio standard d'ora in poi. Nella precedente indagine, la testina Music Hall Mojo (prezzo consigliato: 500 dollari) si era rivelata quella con la migliore prestazione complessiva, per cui l'ho scelta come riferimento per un confronto diretto con la AT 150MLX.

"Brisas de la Caleta" (Sabicas; Flamenco Puro; Gamma; GX 00-01)
Questo eccezionale album presenta, forse, il più talentuoso chitarrista di flamenco che abbia mai ascoltato. E, come punto di partenza, è una registrazione dalla qualità eccellente. Questa traccia, in particolare, è molto complessa, caratterizzata da molta dinamica e inoltre è la più interna; per questo motivo rappresenta una bella sfida per le testine. La uso per mettere alla prova la gamma alta, i transienti, il dettaglio e il tracciamento.

La Mojo, chiaramente, ha una separazione migliore e un decadimento delle note più prolungato, oltre a essere più coinvolgente. La AT sembra avere un impatto e una dinamica leggermente migliori sui bassi. Nel complesso, per quanto riguarda questa traccia ho preferito la prestazione della Mojo.

"Mother and child reunion" (Paul Simon; Greatest Hits; Columbia; JC35032)
Si tratta di un album registrato piuttosto bene per appartenere al genere rock/pop. La traccia in questione presenta un coro oltre a vari strumenti, tra cui un basso elettrico.

La Mojo ha mostrato una migliore definizione delle note e attacchi dei transienti molto migliori. Inoltre, si è dimostrata migliore nel presentare ogni strumento in maniera separata e anche in questo caso è stata la testina che, immediatamente e indubbiamente, mi è piaciuta di più.

"Aria e Corrente" (Andres Segovia - Girolamo Frescobaldi; An evening with Andres Segovia; Decca; DL9733)
Uso questa traccia per analizzare la tonalità di una chitarra acustica solista, con abbondanza di microdinamica e passaggi morbidi. Oltretutto, questa copia è parecchio consumata e la uso anche per esaminare la riproduzione di rumori superficiali.

Anche qui la Mojo ha prevalso nella presentazione dell'intero spettro della chitarra, estraendo tutti i dettagli inseriti nella registrazione: note, microtoni e risonanze. E non solo è stata la migliore nel rivelare tutti questi particolari, da vera esperta li ha amalgamati producendo un'esperienza immersiva. Forse, quando usiamo il termine musicale, riferito a un componente audio, è per la sua abilità nel saper riprodurre tutti i dettagli esattamente, così come sono, e l'effetto che ne deriva è che la somma di tutti i dettagli si traduce in un'esperienza d'ascolto realistica e superlativa.

"Tea in the Sahara" (The Police; Synchronicity; A&M; SP-3735)
Il basso elettrico di questa traccia è stato usato per esaminare gli aspetti relativi all'estensione e alla definizione della riproduzione delle basse frequenze.

La Mojo ha dimostrato una migliore definizione sulle note basse, oltre a una demarcazione molto migliore degli strumenti; le differenze non erano sottili.

Sono consapevole che questa avrebbe dovuto essere una recensione della testina Audio Technica, ma è abbastanza evidente che la Music Hall Mojo si è dimostrata migliore pressoché in ogni aspetto e ha rubato la scena. Prima delle prove comparative, ho trascorso un po' di tempo ascoltando la AT 150MLX da sola. Non ho avuto alcunché di cui lamentarmi e non ho mai riscontrato errori di condotta, né omissiva né commissiva. Potrei essere del tutto felice nell'usare questa testina quotidianamente. Ma questo perché ritengo che il confronto diretto sia l'unico modo per provare realmente un componente, in quanto solo tramite una comparazione diretta è stato possibile stabilire che la Mojo era sostanzialmente superiore.

Conclusioni

Potrei omettere questa parte, poiché la Mojo ha superato la AT pressoché in ogni aspetto e con ogni traccia esaminata, sia con quelle summenzionate che con altre non citate. Anche considerando il prezzo della AT, che si aggira sui 400 dollari, e quello della Mojo, 500 dollari, incoraggio chiunque a trovare i restanti 100 dollari nei cuscini del divano, nella borsetta della moglie o nel salvadanaio dei bambini e procurarsi la Music Hall Mojo.

APPARECCHIATURE  DI  RIFERIMENTO
Componente Produttore e modello
Lettori digitali Denon DVD-3910 con modifiche Underwood (level2 + masterclock)
Pioneer 414
Sony DVP-NS755V
Testine fonografiche Goldring Elite (MC)
Audio Technica OC9 MLII (MC)
Giradischi Technics/KAB SL1200 MkII, con smorzatore per il braccio
Stadio phono Cambridge Audio 640P Azur
Preamplificatore Promitheus Audio Reference TVC
Finali Monarchy Audio SM-70 Pro, in configurazione monoblocco
Carver M-1.5t
Amplificatori integrati Cayin 265Ai
NAD 317
TBI Millenia
Diffusori Quad ESL 988
Dynaudio Contour 1.3 MkII
Triangle Electroacoustique Titus 202
Subwoofer ACI Force
Velodyne F1500R
Amplificatore per cuffie Practical Devices XM3
Cuffie Stax SR-40, con adattatore SRD-4
AKG K701
Sennheiser HD497
Connettori Di vario tipo

© Copyright 2014 Arvind Kohli - arvind@tnt-audio.com - www.tnt-audio.com


[Trovaci su Facebook!]