[ Home | Redazione | HiFi Shows | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Joe Jackson - "Body and Soul"

Un tesoro dimenticato

[Body and Soul]

[English version]

Album: Joe Jackson - Body and Soul
Etichetta: A&M, SP-5000
Media: Vinile
Pubblicato: 1984
Genere: Rock
Recensore: Scott Faller
Data Recensione: Settembre 2001

Qualche notiziola

Nel 1984 non avevamo indizi su che direzione il rock avrebbe preso. La Disco era finalmente morta, grazie a Dio (Allah, Budda, Maometto, Zeus, metteteci la vostra preferenza religiosa). Il Country rock tornava alle sue colline e il Punk stava lasciando spazio alla New Wave e alla Alternative music. Eravamo un po' nel mezzo della transizione. Bands sempre più strane passavano su MTV.

Arriva Joe Jackson. Joe era conosciuto già da un po'. Arrivò sulla scena nel 1978. Chi può scordare Is She Really Going Out With Him dal suo Look Sharp?. Negli anni che seguirono Joe pubblicò altri 5 dischi, di cui il più interessante era Night and Day, un album che alcuni ritengono il migliore della sua produzione.

Joe non era differente dai suoi contemporanei, egli (apparentemente) non dava indizi su che tipo di musica volesse fare. Ricordiamoci che l'album prima di Night and Day era Jumpin' Jive, una versione di alcuni classici da "big band" rifatta come solo Joe Jackson poteva fare.

Ripensare a Jumpin' Jive mi fa venire in mente grandi ricordi. Il DJ al mio matrimonio suonò alcuni pezzi da quell'album. Immaginate, tutti che ballano all'immortale ritmo di What's the Use of Getting Sober When Yoùre Gonna Get Drunk Again e Jack Yoùre Dead (potrebbe esserci qualcosa di Freudiano in quest'ultima). Avreste dovuto vedere le loro facce quando mettemmo Planet Claire dei B-52's. Da vedere, ma sto divagando.

È già abbastanza, veniamo al sodo

La ragione per la quale ho deciso di scrivere su Body and Soul non è tanto il contenuto musicale quanto la qualità di registrazione e le tecniche usate per raggiungere uno dei migliori lavori Rock che voi abbiate mai sentito. Le major del settore non dettero molta importanza a questo disco, sbagliando, secondo me. Le canzoni su questo disco sono buone, non spettacolari, ma comunque sicuramente buone.

Joe Jackson stava cercando di fare qualcosa di un po' differente con questo disco. Egli sentiva che la musica che andava all'epoca era troppo scontata. Dopo aver cercato per qualche tempo lo studio d'incisione egli arrivò a Masonic Lodge a New York. I Vanguard Studios usavano questa sala abbastanza spesso per le registrazioni orchestrali.

Quello che realmente mi impressiona è la qualità di registrazione. È realmente stupefacente. Perchè dico ciò? Lasciatemi spiegare. La registrazione principale fu fatta con due soli microfoni. Erano dei Neumann M-50 sospesi a 4,5 metri sopra la band e il tutto fu masterizzato su una macchina a 4 piste. Vennero microfonati anche i singoli strumenti ma queste registrazioni vennero usate con molta cura affinchè non distruggessero l'ambienza che si era provato a raggiungere usando questa sala.

Quale fu il risultato? Una registrazione fantastica. Un decadimento delle note e delle voci assolutamente naturale. Ambienza assolutamente priva di colorazioni. Veramente un suono immenso. È quasi come se voi foste l'unico ad essere presente nella sala durante il sound check della band prima del concerto serale. È veramente impressionante. Alti naturali e brillanti dai piatti, bassi fermi e profondi dalla chitarra e un suono stupendo e ricco dal piano di Joe e dal sax. Il dettaglio è altissimo. Molto pochi strumenti suonano sottili, o peggio ancora, esagerati.

Ora, non vi ho ancora detto tutto, Body and Soul è registrato e masterizzato digitalmente. So che voi puristi (analogici) là fuori a questo punto snobberete immediatamente questo album, peccato, perderete qualcosa. Per il resto di voi che sta ancora leggendo, non fatevi convincere che quella digitale è una tecnica inferiore di registrazione, sono solo sciocchezze. L'analogico può suonare male come il digitale se usato male e viceversa. Questo album è estremamente ben registrato.

Quindi...

Allora,
Cosa avete da perdere? 10000 Lire al vostro negozio di dischi usati preferito.
Cosa avete da guadagnare? Una grande registrazione con alcuni pezzi molto piacevoli che non suonano troppo datati (primi anni '80 post-punk).
Chi lo sa, questo album può anche trovare la sua ragion d'essere nei "demonstration discs" che noi tutti abbiamo per impressionare i novellini nelle nostre sale d'ascolto.

Mi sono quasi convinto che una delle principali ragioni per le quali gli audiofili gravitano attorno alla musica classica è la qualità delle registrazioni. Body and Soul dimostra che SE vi interessa maggiormente la qualità di registrazione piuttosto che il missaggio e gli effetti, potete produrre un album favoloso a prescindere dal genere di musica.

Un ultimo pensiero, pensate sarebbe troppo chiedere che TUTTI gli ingegneri del suono e i produttori usino questo album come parte del loro curriculum di studi?

Principale sistema usato

  • Giradischi Systemdek 2x2, Rega RB 250, Expressimo Mods, Rega Elys
  • CD Player Arcam Alpha 8se, HDCD
  • Pre-Ampli Lazarus Cascade
  • Finali, triamplificazione utilizzante componenti Spectro Acoustics
  • - Ampli Tweeter 200sr, 135 wpc @ 8ohm
  • - Ampli Mid Range 202r, 135 wpc @ 8ohm
  • - Ampli Woofer 500r, 250 wpc @ 8 ohm
  • Crossover attivo Sony 4300 (a componenti discreti)
  • Diffusori, DIY - Tweeter - 30" Carver Ribbons, Medio-basso - Focal 5K4211, Woofer - Shiva.
  • Interconnessioni e potenza Autocostruiti, rame argentato con isolante in Teflon

© Copyright 2001 Scott Faller - http://www.tnt-audio.com

Traduzione: Giovanni Aste

[ Home | Redazione | HiFi Shows | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]