[ Home | Redazione | HiFi Shows | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Norh Le Amp - amplificatori mono

Una performance convincente e raffinatamente semplice

[nOrh Le Amp]

Il frontale del Le Amp con i piedini in alluminio tornito

[English version]

Prodotto: nOrh Le Amp
Costruttore & Distributore: nOrh Loudspeaker Co. - Tailandia
Prezzo di vendita: 295 Euro ognuno, o 495 Euro la coppia
(+ spese di spedizione, dazi e maggiorazioni. Contattare il costruttore per dettagli)
Recensori: Richard George e Deborah George
Data recensione: Gennaio 2002

La tailandese nOrh Loudspeaker, rinomata per la sua insolita ed eccellente linea di diffusori a tromba invertita, commercializza anche componenti audio di alta qualità.
Gli impianti audio qualche volta sono co-progettati con un'altra azienda, qualche volta costruiti su specifiche nOrh o altre ancora semplicemente rimarchiati e portati sul mercato mondiale con il nome nOrh. Tempo fa la nOrh vendeva un amplificatore, chiamato Multiamp, un progetto unico che combinava la flessibilità d'uso con un'uscita sonora qualitativamente alta.
Anche se il Multiamp aveva un prezzo ragionevole ed aveva parecchie caratteristiche uniche ed utili, attualmente non è disponibile. Cogliendo la necessità di un ampli economico, ma di alta qualità, nOrh, (insieme a Integrity Research and Development Company, Ltd (IRD), l'azienda che lo produce in cooperazione, ha messo sul mercato il nOrh Le Amp, ampli monoblocco a stato solido da 100 watt. Al prezzo attuale, nOrh dà la possibilità agli audiofili con problemi di budget di avere una coppia di ampli monoblocco per appena 495$ o, a chi ama l'home theater di avere cinque Le Amp (per il surround a cinque canali) per 1240 euro. L'home theater non sarà più lo stesso - e, considerando la pessima qualità della maggior parte dei componenti HT, possiamo senz'altro dare il benvenuto a questo nuovo arrivato.

Com'è il nOrh Le Amp?

Il nOrh Le Amp, progettato da Curt Wishman e costruito da IRD, è un amplificatore monoblocco a stato solido basato sul chip IC TDA7294 . Siccome il calore è nemico dei transistor e dei circuiti integrati, al Le Amp è stato inserito all'interno un massiccio scambiatore di calore, progettato su misura, che raffredda il Le Amp molto efficacemente senza dover usare un ventilatore potenzialmente rumoroso. Quest'unico scambiatore di calore permette al chip IC di funzionare rimanendo fresco, migliorandone le specifiche, allungandone la vita media e dando un ambiente stabile per una riproduzione audio precisa.
In più, il Le Amp usa un trasformatore da 400V/A con un raddrizzatore a ponte da 35 ampere e condensatori di riserva da 20000 F. Il che, tradotto, significa: questa alimentazione è capace di una headroom (spaziosità) incredibile che dovrebbe prevenire la compressione del range dinamico nella maggior parte delle riproduzioni. Inoltre, è stato incorporato un trasformatore toroidale schermato da acciaio e silicone per mantenere il Le Amp eccezionalmente silenzioso.

Il Le Amp ha una potenza minima nominale di 100 watts su 8 o 4 ohms, e sopporta picchi di potenza di 160 watts su 8 ohms o 240 watts su 4. Questo ampli di classe A/B è regolato ad una distorsione armonica totale (THD) dello 0.010% a 72 watts di potenza continua su 8 ohms, o dello 0.014% a 105 watts su 4 ohms. È disponibile per l'alimentazione a 110 o 220 V.

[nOrh Le Amp all'interno]

La sezione ampli del Le Amp, compreso l'enorme scambiatore di calore

Il Le Amp non è molto grande: misura infatti 16,5 cm in larghezza, 17,8 in altezza e 32,5 in profondità. Nonostante le dimensioni modeste, pesa 10,4 kg. Il case dell'ampli si adatterebbe più ad una cassaforte che ad un amplificatore: i lati ed il top della "scatola" sono di acciaio spesso 2 mm; il frontale è un pannello spesso 5 mm di alluminio sabbiato. Dove tre viti in nickel nero per lato sarebbero bastate per fissare il top asportabile, il Le Amp ne usa 5.
Normalmente, altri ampli della stessa classe di prezzo usano semplici piedini in gomma incollati sul fondo; il Le Amp utilizza piedini in alluminio tornito con inserti in gomma. Il pannello frontale, che è assicurato allo chassis principale da 4 viti in acciaio inox, ha un solo interruttore a bilanciere vicino ad un brillante LED verde.
Sul retro si trovano: un ingresso unico RCA placcato in oro, una coppia di jack d'uscita a tre vie placcati in oro, un fusibile da 5 amp ed una presa per il cavo di alimentazione. Il logo nOrh bianco, inciso con il laser, si trova sulla parte superiore del pannello frontale ed un'etichetta simile riportante la dicitura "Le Amp" si trova vicino al fondo del pannello frontale.

[Le Amp - stadio d'alimentazione]

L'alimentazione del Le Amp

Come suonano?

Gli ampli monoblocco nOrh Le Amp richiamano immediatamente l'attenzione quando il volume è alto. Sono potenti, ma non prepotenti. Anche se possono suonare molto forte, non sono mai squillanti o eccessivamente sfacciati e si trovano a loro agio anche se suonati ad un volume relativamente alto.
Se alzate veramente il volume, potete sentirli oltre che ascoltarli: ci si può trovare immersi nella musica proprio in senso fisico, visto che i bassi fanno tremare i muri, ed il suono rimane comunque pulito. I Le Amp sono meravigliosamente silenziosi, senza ronzii o altri disturbi tra ogni traccia. Comunque, divertono anche a volume normale.

Impressioni Positive

La risposta in frequenza, che va da 8 Hz a 200 KHz, va ben oltre il range udibile dell'orecchio umano. All'interno del range del normale ascolto, il Le Amp ha un bilanciamento tonale molto buono. Non sembra esserci nessuna accentuazione innaturale dei bassi, e gli alti suonano abbastanza naturali in proporzione al resto del range di frequenze.

[Le Amp - vista posteriore]

Il retro del Le Amp,

Quando si ascolta una coppia di Le Amp, la prima quaità sonora che colpisce l'attenzione dell'ascoltatore è rappresentata dai bassi, che sono forti, veloci, reali e molto ben controllati. Un controllo dei bassi di questa qualità è tipica di ampli high-end a stato solido. Tuttavia, diversamente dalla maggior parte dei prodotti del mercato di massa e da alcuni ampli della stessa classe di prezzo, i bassi non sembrano spinti in modo innaturale.
Il livello dei bassi, la cadenza ed il ritmo sono riprodotti fedelmente. Senza preoccuparsi della complessità o dell'intensità dei bassi nella registrazione, il Le Amp non ha problemi nel pilotare i diffusori per riprodurli accuratamente. Il che include sia i transienti bassi, sia le note più profonde, come i 30 Hz delle canne di un organo.
Anche le frequenze medie sono riprodotte con una cadenza ed un ritmo eccellenti. I medi e gli alti sono riprodotti accuratamente, in paniera pulita e chiara. I Le Amp riproducono il suono senza nessun artefatto audio o asprezza evidenti. Molti ampli a stato solido della stessa classe di prezzo suonano decisamente aspri, con gli alti troppo brillanti e sibilanti, medi troppo autoritari e bassi gonfi.
Il Le Amp non ha niente di tutto ciò. Il risultato è un amplificatore non affaticante: un impianto Le Amp può essere ascoltato per ore senza sentire il bisogno di far riposare le orecchie. C'è qualcuno che può preferire la maniera in cui un ampli a valvole riproduce le frequenze medie e le alte, rispetto al Le Amp, ma la capacità di quest'ultimo a riprodurre e controllare tutti gli aspetti del range delle basse frequenze non è una questione di punti di vista - è ben oltre le capacità della maggior parte degli ampli a valvole, nonostante il costo.

Una coppia di Le Amp dà un'immagine sonora molto buona, ampia e ragionevolmente profonda. Una coppia di questi ampli è anche in grado, con la giusta registrazione e la sorgente adatta, di riprodurre un'immagine olografica tridimensionale. Per esempio, mentre stavo ascoltando un LP di Arco Iris, mi era possibile localizzare accuratamente nello spazio tridimensionale tutte le percussioni.
Per quanto riguarda l'immagine tridimensionale, ci sono ben pochi ampli a stato solido della stessa classe di prezzo che riescono ad eguagliare una coppia di Le Amp; il discorso non vale però per ampli più costosi.
Alcuni valvolari di prezzo simile, come il Decware Zen, sono notevolmente superiori per quanto riguarda l'immagine stereofonica, ma a prezzo di un grosso compromesso - lo Zen ha 1.8 watt per canale e necessita di diffusori adeguatamente efficienti. Naturalmente, una capacità come "l'imaging olografico" significa aumentare il divertimento dell'esperienza d'ascolto, ma non è particolarmente importante per la qualità della riproduzione musicale.

L'abilità di un ampli a suonare musica in modo pulito ed accurato ad un volume abbastanza alto da poterla sentire oltre che ascoltare, a dispetto della complessità o dell'intensità del segnale registrato, ha un grande impatto sull'apprezzamento e divertimento di molti utenti.
In questo, il Le Amp eccelle. Questa capacità è senza dubbio in gran parte dovuta all'alimentazione di alta qualità. Un trasformatore da 400V/A in un ampli da 100 watt dovrebbe dare abbastanza spazio per un incredibile range dinamico, come ha il Le Amp.
Quale che sia la musica suonata, non c'è mai accenno di compressione dinamica. Non ci sono neanche difficoltà a suonare registrazioni musicalmente complesse ad alto volume, dove il Le Amp riproduce tutti gli aspetti della musica, anche i più sottili.

Il Le Amp ha la necessaria uscita di qualità, la potenza, il range dinamico ed una grande spaziosità che gli permettono di far respirare la musica da orchestra: un diminuendo viene reso chiaro e udibile come un crescendo, senza nessuna apparente compressione dinamica. Il Le Amp, d'altra parte, si trova a suo agio anche con tutti i tipi di musica rock.
I ritmi martellanti e le chitarre a tutto volume spesso sembrano avere l'impatto di oggetti solidi quando pilotati dalla potenza pulita dei Le Amp, che eccellono dove è richiesto un ampio range dinamico.

La qualità costruttiva del Le Amp è straordinaria, ancor più se consideriamo il prezzo. Il telaio è massiccio e molto forte. Il Le Amp ha anche un altro aspetto molto positivo. Molti ampli di una certa potenza sembrano in grado di friggere un uovo sulla loro superficie esterna; in questo il Le Amp è una rivelazione: è così fresco quando funziona a volumi normali, che è difficile dire che è acceso semplicemente toccandolo.
Anche ad alto volume diventa appena appena tiepido. Grazie al suo enorme scambiatore di calore e ad una eccellente ventilazione, il Le Amp riesce a rimanere incredibilmente fresco senza dover ricorrere a fastidiosi e potenzialmente inaffidabili ventilatori.

[Coppia nOrh Le Amp]

Una coppia di Le Amp, uno senza il top

Impressioni Negative

La qualità del Le Amp, insieme al suo straordinario prezzo, lasciano poco spazio per le "impressioni negative". Comunque, è necessario un buon periodo di rodaggio prima di trovare il vero valore di questi amplificatori. Per la coppia che ho provato io, sono state necessarie circa 100 ore.

I Le Amp usati in questo test avevano un suono leggermente freddo verso i toni più alti, tuttavia, non abbastanza da essere considerato aspro o irritante, ma sufficiente da intromettersi in alcuni generi musicali.
In realtà, bisognerebbe notare che questo aspetto è solo apparente, quando si fa un diretto confronto fra il Le Amp ed una coppia di monoblocchi a triodi single-ended che costano molto di più.

Il dettaglio musicale di questa coppia di Le Amp è molto buono, e ci permette di ascoltare ed apprezzare quasi tutto quello che c'è in una registrazione. Comunque, mentre il dettaglio è molto buono, c'è ancora un leggero velo sulla musica - durante alcuni passaggi molto familiari, sembrava come se ci fosse un telo sopra i diffusori che oscurava i dettagli molto fini.
Ad essere onesti, questo effetto era solo apparente confrontando il Le Amp con una coppia molto più costosa di monoblocchi SET. Confrontando il Le Amp con il più abbordabile K2003 di Antique Sound, la differenza nel dettaglio era molto fine.
Comunque, c'è da notare che, mentre le differenze nel dettaglio musicale non erano significative tra il Le Amp ed il K2003, c'era una grande differenza invece nella capacità del Le Amp a riprodurre bassi e un range dinamico di qualità - il piccolo ASUSA non è nella stessa classe e, semplicemente, non può competere.

Una nota finale: il LED verde di accensione sul frontale del Le Amp è così brillante che nella stanza buia dove si trovavano, non era necessario accendere altre luci :-). Proiettavano persino delle ombre ben nitide! Fortunatamente, nOrh ha cambiato le specifiche ed ora tutti i Le Amp verranno spediti con LED a potenza variabile.

Conclusioni

Michael Barnes di nOrh e Curt Wishman di IRD sentivano la necessità di un ampli non troppo costoso ma comunque di qualità. Come poche altre aziende nel mercato di oggi, stanno riempendo un vuoto lasciato dalla scomparsa di nomi come Heathkit, Scott, e Dynaco che hanno prodotto elementi dalla qualità eccellente con un prezzo abbordabilissimo. Ancora una volta, è disponibile un impianto di qualità audiophile con un prezzo simile o leggermente più alto degli impiantini di massa dalla pessima qualità che dominano il mercato audio.

Il Le Amp è un ampli monoblocco potente con una qualità dell'uscita sonora eccellente. Anche se ha un minimo nominale di 100 watts, possono esserci picchi sostanzialmente più alti, senza che l'ampli ne soffra. L'alimentatore gli permette infatti di fare ciò che la maggior parte degli ampli molto costosi ottiene facilmente e che gli ampli della stessa classe di prezzo di solito non riescono a fare: e cioè, dare sufficiente spaziosità ad ogni genere di musica. Insieme a questa enorme riserva di potenza, il Le Amp offre una qualità del suono che è difficile da trovare per meno di tre o quattro volte il prezzo di una coppia di Le Amp.

Confrontando il Le Amp con ampli dello stesso range di prezzo, come il Creek A43, il primo è chiaramente superiore in termini sia di potenza nominale sia di spaziosità permessa dalla generosa alimentazione.
Il Le Amp ha anche bassi più puliti, forti e meglio controllati. Mentre il Creek ha una performance sui medio-alti molto buona, il Le Amp a questo riguardo è simile, se non migliore. In più, l'A43 costa circa 150 euro di più di una coppia di Le Amp.
Confrontandolo con valvolari dal prezzo simile, alcuni hanno alti più morbidi, altri un dettaglio migliore ed un'immagine olografica leggermente migliore, ma nessuno di loro può avvicinarsi al range dinamico ed alla qualità dei bassi del Le Amp, che è l'ampli per meno di 2000 euro meglio costruito che ho sentito recentemente. È solido, costruito per durare, ed è abbastanza bello nella sua elegante semplicità.
Per 495 euro la coppia, è duro resistere al Le Amp e più duro è batterlo. Per gli audiofili che non hanno soldi da buttare, è un'ottima opportunità per avere degli ampli monoblocco con una performance degna di apparecchi molto più costosi. Infatti, sarebbe saggio per chiunque vuole una qualità sonora eccellente accoppiata ad una generosa potenza comprare velocemente diversi Le Amp, prima che la nOrh riprenda conoscenza e cominci a farsi pagare per quello che veramente valgono questi impianti.

Home Theater Addendum

La maggior parte degli impianti home theater (HT) di massa sono alimentati da ricevitori pietosi con una triste qualità sonora, poca potenza, e nessuna spaziosità. Il passaggio dalla triste realtà di impianti dal prezzo abbordabile a sistemi straordinari è ostacolato da grosse somme di denaro; raramente si trovano insieme buona qualità e basso prezzo negli impianti HT.
Oltre all'audio a due canali, il Le Amp è venduto anche come soluzione multicanale per l'HT. La potenza e la qualità di questo ampli non sono eguagliate da nient'altro sul mercato, almeno in un range di spesa che è affrontabile dalla maggior parte della gente. Inoltre, le esigenze per l'Home Theater sono leggermente diverse dall'audio a due canali; la potenza è infatti forse più importante, visto che gli amanti del genere di solito vogliono che gli effetti sonori e le musiche di un film abbiano un impatto fisico.
Questa necessità è adatta al Le Amp, data la sua potenza e la sua generosa spaziosità. Inoltre, gli ampli monoblocco in questo caso sembrano essere la soluzione migliore, in quanto permettono di aggiungere semplicemente un ampli per ogni canale che si vuole in più. Al suo prezzo, sono pochi i monoblocchi disponibili, ed ancora meno quelli che possono competere per qualità e potenza.

Comunque, se si sta per realizzare un impianto HT dal suono hi-fi ed un prezzo ragionevole, c'è ancora un vuoto da riempire. Premplificatori stereo abbordabili, di qualità superiore, sono facili da trovare.
Si va dallo stato solido, con nOrh (l'Audio Control Amplifier, o ACA), Creek e molti altri, a unità a valvole, con Bottlehead, ASUSA, e tantissimi altri piccoli produttori. Allo stesso tempo, comunque, la scelta di decoders surround e di preamplificatori multicanale dal prezzo abbordabile che siano degni del Le Amp è molto povera.

Nota Speciale:

All'inizio i Le Amp erano venduti dotati di un condensatore di blocco della corrente continua per proteggere i diffusori dalla linea DC comune in apparecchi audio/video non audiophile, incluso i sistemi spesso usati dai DJ.
Io ho provato i Le Amp sia con il blocco, sia DC-accoppiati. Tenete a mente, il condensatore di blocco DC ha una funzione molto utile, che è quella di proteggere i tweeters dai danni dovuti all'uscita DC in apparecchi audio tutt'altro che eccellenti. Comunque, quando questo condensatore è posto all'interno del circuito, si perde un sacco di dettagli.
Come risultato, l'immagine sonora diventa più piccola e più piatta e l'immagine olografica si impoverisce; e, alla fine, i medi e gli alti ne soffrono molto più che i bassi che rimangono comunque potenti. Ora tutti i Le Amp vengono spediti come DC-accoppiati. Se avete la necessità di proteggere i diffusori, possono essere convertiti con il blocco DC.

I Commenti del Produttore

Mille grazie per la vostra recensione, che credo rappresenti una descrizione molto accurata e sono certo che molti lettori ne beneficeranno.

L'articolo ha identificato correttamente l'obiettivo di IRD e nOrh, che è quello di dare all'audiofilo che non può spendere per i più costosi amplificatori qualcosa che lo avrebbe reso contento e che sarebbe durato a lungo.

Nel mondo audio, c'è un termine chiamato "il punto dei rendimenti decrescenti", superato il quale ci vogliono sempre più soldi per ottenere il più piccolo miglioramento nel suono. Il nostro obiettivo è stato quello di spostare questo punto.

Grazie veramente per far conoscere al mondo audio il Le Amp. Pensiamo che sia un grande servizio per i vostri lettori.

Le fotografie usate in questa recensione sono una gentile concessione di nOrh Loudspeaker Co., Ltd. Molte grazie a Michael Barnes, presidente di nOrh, e a tutti quelli coinvolti per la fornitura delle unità usate in questa recensione.

© Copyright 2002 Richard George - http://www.tnt-audio.com

Traduzione italiana: Gianluca Lozza

[ Home | Redazione | HiFi Shows | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]