[ Home | Redazione | FAQ | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

2006 HiFi News Show

2006 Heathrow reportage

[English version]

Reporter: Maarten van Casteren - TNT UK

L'esposizione Heathrow HiFi News si concentra quasi esclusivamente sull'audio high end a due canali, pertanto è uno dei miei posti preferiti. Le salette non sono così numerose come alla mostra di Bristol, tuttavia quelle realmente interessanti sono di più. Ultimamente sono stato molto impegnato, quindi questo sarà un reportage molto breve sulle salette più interessanti.

[Russ Andrews]

Il nostro giro è cominciato assistendo ad una chiacchierata da Russ Andrews sulla corrente elettrica. Purtroppo, c'erano solo una ventina di persone il che era un peccato poiché il discorso era sicuramente interessante. A suo favore dirò che egli non stava "pompando" i suoi prodotti, stava facendo piuttosto una panoramica apparentemente giusta ed imparziale circa un'intera gamma di problemi che possono affliggere la rete elettrica, e sui modi per risolverli.
Vi sentirete sollevati sapendo che una delle prime cose da fare è serrare le viti delle prese elettriche, giacché spesso costituiscono un problema. Quando il discorso è caduto sull'impedenza della corrente elettrica, è apparso evidente che secondo Russ Andrews questa ha un'importanza cruciale.
Tutti i prodotti elettrici della sua azienda sono pertanto componenti in parallelo senza connessioni in serie. Questa è una differenza sostanziale rispetto alle altre aziende. Spero di trovare altri riscontri sul tema in futuro. Allo stand di Russ Andrews c'era un setup sperimentale che mostrava l'efficacia del più semplice dei loro strumenti, il "silencer", sull'elettricità locale. Esso ha mostrato chiaramente una diminuzione del rumore di 50 dB quando era inserito. Impressionante, considerato che questo semplice strumento costa solo 40£, e si può inserire in ogni presa elettrica in prossimità del vostro impianto audio o di qualunque cosa possa interferire con esso - un frigorifero o un computer ad esempio. Naturalmente, l'effetto sul suono del vostro sistema audio dipenderà da molti altri parametri.

[X-Series]

Lo stand Musical Fidelity era interessante: stava suonando l'ultimo sistema all-in-one da 250 watt utilizzando un iPod come sorgente! Non suonava granché bene, e siccome l'unità era dotata di lettore CD, abbiamo chiesto se era possibile suonarne uno. Con nostro stupore, il suono non era cambiato molto! Era ancora esile e poco convincente. Avevamo visitato la saletta qualche ora prima ma l'avevamo abbandonata poiché troppo affollata - in quel momento era in funzione il nuovo sistema della serie X, che suonava decisamente bene.
Quindi, abbiamo chiesto se fosse possibile suonare quello stesso CD su quel sistema. Con nostra sorpresa, lì suonava abbastanza bene.
In generale, il suono era molto più ricco. Forse l'integrato non era ancora ben rodato, quindi abbiamo chiesto - questa la risposta: "Noi non lasciamo rodare mai nulla, è tutto nuovo, appena tirato fuori dagli imballi. il nostro direttore generale (Antony Michaelson) non crede nel rodaggio".
Ad essere onesto, non credevo alle mie orecchie, non solo per quella dichiarazione ma anche per quanto riguarda il suono di quell'integrato. A mio avviso, suonava come se avesse bisogno di una settimana di rodaggio. Anche la donna che faceva la dimostrazione era d'accordo con me sul fatto che non suonasse bene! Alla fine siamo passati al sistema da un kW top di gamma di Musical Fidelity, ed effettivamente suonava in modo eccellente. Ma ovviamente, neanche questo era stato rodato....

[Quad]

A mio avviso, la sala più interessante di tutta la mostra era quella dove suonavano le nuove elettrostatiche di Quad. La loro performance era eccellente, erano belle e facevano sembrare molti altri impianti lì allo show eccessivamente costosi. Dopo qualche ora d'ascolto di enormi impianti audio, la fatica si faceva sentire un po', ma il suono che proveniva da queste "bellezze" Quad era così fluido e naturale che mi son goduto ogni secondo di audizione.
Se pensate che le Quad ESL non possano suonare forte o che non abbiano bassi, ricredetevi, perché questo impianto era assolutamente convincente e riproduceva musica con grande autorità. La trasparenza (il marchio di fabbrica di Quad) ovviamente c'era tutta assieme alla famosa capacità di scomparire. Fantastiche. Ed era tutto ancora più stupefacente considerato che il resto del sistema era costituito da un lettore Quad CDP 2 ed un finale 909 ; questi componenti sembravano quasi appartenere alla fascia entry level del mercato rispetto a molto di quanto c'era alla mostra.

[Leema]

Un altro sistema monomarca che mi ha colpito molto è stato quello proposto da Leema. Presentavano solo un lettore CD, un amplificatore integrato e dei piccoli diffusori da pavimento. Era un'ottima "pubblicità" per il CD-audio. A proposito, quel lettore ospitava 20 DAC!
Cinque DAC differenziali duali per canale. Il suono riprodotto era cristallino e molto dettagliato, ma privo di spigolosità digitale. Incredibilmente, Leema è un'azienda di sole tre persone. Certamente una delle nuove aziende più interessanti del panorama audio, e per l'eccellente qualità del suono...Ma devo dire che i componenti apparivano anche molto ben fatti e progettati.

[Feastrex]

La cosa che mi colpisce sempre alle mostre hi-fi è quanto possano suonare bene i diffusori monovia. Deve avere qualcosa a che fare con la fatica d'ascolto: quasi ogni volta che entro in una stanza dove suonano dei diffusori di questo tipo, mi sento come in un'oasi. Finalmente musica, dopo tutta quella Hifi... Ho già menzionato Quad, i cui diffusori ESL sono dei sistemi monovia. I piccoli diffusori Feastrex erano un altro ottimo esempio.
Sono fatti interamente in Giappone con grossi magneti sferici purtroppo non visibili dall'esterno. Si dice che i coni siano realizzati con una carta speciale, anche se il tipo della dimostrazione ci ha raccontato che un giapponese, probabilmente molto anziano, li ha ricavati da un fungo. Bhe, non importa se i funghi fossero nei diffusori o nel commesso - il risultato era un suono eccellente e naturale, sia che provenisse dal CD o dal vinile. Ci è piaciuto molto, anche se il tipo dei funghi ci ha detto che il trucco stava principalmente nella scelta della musica giusta. Insolitamente onesti, sia i diffusori che il commesso. In ogni caso, costosi.

Scusatemi, non ho avuto tempo di relazionare su altre sale e prodotti interessanti. Lo show mi è piaciuto molto e lo consiglierei a tutti coloro che sono interessati alla buona riproduzione musicale a due canali.

Copyright 2007 Maarten van Casteren - www.tnt-audio.com

[ Home | Redazione | FAQ | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]