[ Home | Redazione | FAQ | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Astin Trew AT3500

Lettore CD con stadio d'uscita a valvole

[Astin Trew AT3500]
[English version]

Prodotto: lettore CD Astin Trew AT3500
Costruttore: Astin Trew - UK
Costo: 1150 sterline (1490 € in Italia)
Distribuito in Italia da: Mad for Music
Recensore: Maarten van Casteren - TNT UK
Traduttore: Roberto D'Agosta
Pubblicato: Giugno, 2008

Introduzione

L'Astin Trew è una neonata marca audio inglese: fondata meno di tre anni fa da Michael Osborn, in questo periodo ha prodotto un pre, un amplificatore di potenza, un amplificatore integrato e due lettori di CD. Una grossa mole di lavoro ed un eccellente risultato se considerate che tutti questi prodotti suonano in maniera sufficientemente matura. L'Astin Trew pubblicizza i suoi componenti come aventi un suono naturale e musicale, e per ottenere questo risultato fa uso principalmente di una tecnologia ibrida stato solido/valvole. Per esempio l'amplificatore di potenza e l'integrato sono dei valvolari con stadi d'uscita a stato solido. Tutte le diverse unità hanno lo stesso design, essendo tutte fatte con una rifinitura simile tranne piccole differenze: questo aiuta a tenere i prezzi bassi e a creare delle perfette combinazioni visive quando le unità sono usate insieme nello stesso sistema. Tutta la progettazione è eseguita in Inghilterra, principalmente da Michael, ma la costruzione ed l'assemblaggio avvengono, ancora per tenere bassi i costi, in Cina. Il modello di CD in prova è il linea di principio il top della Astin Trew, anche se principalmente non è altro che un upgrade del più economico AT3000. Entrambi questi lettori stanno ottenendo ottime se non eccellenti recensioni e quindi sono stato molto contento di poterne scoprire di più.

I lettori CD stanno diventando rapidamente obsoleti, rimpiazzati da sistemi audio basati sul computer e, forse, dai nuovi standard ad alta definizione (leggi Blue-ray). Un semplice lettore CD "red book" è cooooosì demodè... Eppure, stranamente, questo è il prodotto della Astin Trew che si vende meglio: noi audiofili vecchio stampo o non siamo soli oppure siamo molti di più di quando non avrei mai immaginato.

Il lettore si presenta, al primo sguardo, in maniera eccellente con il suo chassis in stile moderno e una buona costruzione. L'esemplare in prova è in color argento, ma lo stesso modello è disponibile anche nero. Il cassettino del CD si apre in maniera molto dolce anche grazie al fatto che tutto il meccanismo di trasporto e lettura è sistemato in una piattaforma isolata dalle vibrazioni. Il cassettino stesso è posizionato in una sezione che è rifinita a specchio insieme allo schermo ed a due indicatori a LED per l'alimentazione e il campionamento. Quest'ultima caratteristica è unica in questa macchina: potete selezionare un campionamento standard (16 bit/44.1 kHz) o sovracampionare a 24 bit/96 kHz. Potete selezionare il tipo di campionamento anche dal telecomando, ma occorrono un paio di secondi prima che il lettore si aggiusti nella nuova configurazione.

Ad essere sinceri, la possibilità di controllare il sovracampionamento è un'opzione che mi intriga parecchio. Infatti ho appena finito di recensire il lettore CD Audio Note CD1.1x, il quale per scelta costruttiva, non fa uso né di sovracampionamento né di un sistema di filtri audio. Nella comunità audiofila è quasi accettato il fatto che il filtraggio degli alias faccia in modo che la riproduzione musicale del CD non sia perfetta: un filtro passa basso molto netto taglia qualsiasi cosa sopra i 22 kHz, ma come sappiamo questo tipo di filtri ha anche effetti indesiderati sul resto del segnale. La ragione per il sovracampionamento è proprio di evitare quei filtri poiché i primi alias vengono spostati a frequenze più alte al di fuori dello spettro audio dell'orecchio umano. Ma il sovracampionamento ha un suo costo: di fatto si tratta di una complicata conversione digitale che comporta una completa rimappatura del segnale ad un numero di bit per secondo maggiore. Il lettore Audio Note mi ha dimostrato che rimuovere completamente tutte le operazioni digitali e il filtraggio del segnale non è una cosa cattiva, anzi. Dal canto suo, l'Astin Trew non cambia i suoi filtri analogici quando il sovracampionamento non è attivato, quindi si ha un campionamento standard ma con filtri meno netti, una configurazione abbastanza simile all'Audio Note CD1.1x.

[Astin Trew AT3500]

Lo stadio d'uscita audio usa una valvola ECC88 a doppio triodo in una configurazione ibrida che contiene anche transistor a stato solido. La valvola che arriva di fabbrica con il lettore è una Electro-Harmonix 6922, ma la Astin Trew fornisce come opzione una Philips JAN 6922 NOS per il costo aggiuntivo di 20 GBP. Ho ricevuto un esemplare di ciascuna valvola: in aggiunta ho potuto provare anche la EAT ECC88, ma vi parlerò di questa valvola molto speciale in seguito.

Per il resto questo è un lettore pressoché standard: le sole uscite fornite, non bilanciate, sono le RCA ed un cavo coassiale singolo. Le differenze con il più economico AT3000 includono un clock principale migliore con la propria alimentazione indipendente, migliori componenti, un migliore alimentatore di corrente, piedini RDC e condensatori d'uscita Auricap.

Il suono

L'AT3500 è stato inserito nella mia catena audio che al momento comprendeva il preamp Django, l'Electrocompaniet ECI-2 usato come amplificatore di potenza, e i diffusori Dynaudio Contour 1.8 mk2. In seguito ho usato anche un amplificatore di potenza Vincent SP-331MK e contemporaneamente a questo lettore, avevo anche i lettori Audio Note CD1.1x e il North Star Sapphire in giro per casa.

Ho iniziato ad amare questo lettore sin dal primo momento in cui ho iniziato ad usarlo. Quest'unità era già stata usata per una recensione prima di me: mi è quindi arrivata ben rodata e con la valvola Philips JAN già installata. L'ascolto è iniziato senza il sovracampionamento e sono rimasto impressionato da quello che stavo ascoltando: il suono nel suo complesso tende al caldo, senza deviare in maniera eccessiva dalla neutralità. Questa è una macchina dal suono piacevole che vi lascerà ascoltare la vostra collezione di CD per tutto il tempo che vorrete senza causarvi affaticamento. L'assenza di affaticamento sarebbe già di suo una cosa eccellente, ma con l'Astin Trew non è il frutto degli usuali compromessi che rendono il suono così rilassante: ha un basso eccellente, profondo ed agile, una risoluzione molto buona e la banda alta stupendamente aperta e dettagliata. Sembra che con l'AT3500 possiate avere la moglie ubriaca e la botte piena...

Ma la qualità particolare di questo lettore è il suo ricco midrange che aggiunge calore e spessore a tutto il suono e che riproduce particolarmente bene le voci, come potreste aspettarvi. La cosa migliore di questo calore è che rimane più o meno limitato alle medie frequenze: il basso non è eccessivamente caldo, ma anzi ben tenuto e ottimamente accordato. Questo fa sì che il lettore abbia un suono caldo e pieno senza suonare gonfio, soffice o troppo scuro. Lo stesso si può dire per la gamma alta: anche lì niente sofficità o mancanza di dettaglio.

Devo ammettere che pensavo che questo calore delle medie frequenze fosse il risultato di qualche trucchetto: di certo molte cose suoneranno "meglio" se aggiungete un po' di calore, magari con una valvola, alle medie frequenze. Infatti, qualsiasi marca audio potrebbe ottenere lo stesso risultato, tranne che, siccome e' difficile farlo nel modo giusto mantenendo un corretto bilanciamento tra le aree dello spettro, praticamente nessuno lo fa. Una più lunga esposizione al suono di questo lettore CD ha dimostrato che questo non è un lettore CD con un suono artefatto bene, ma è un ottimo lettore con un bilanciamento complessivo piacevole e musicale. La cosa più importante è che mai è apparso scuro o troppo caldo alle medie frequenze: per me, e non riesco a trovare una parola migliore, questo lettore suona in maniera "giusta".

A confronto con il pur buono lettore Audio Note CD1.1x che ho recensito alcune settimane fa, l'AT3500 suona a volte un pochino più soffice, ma questo non è l'effetto di una qualche sua mancanza: più che altro è l'Audio Note ad essere uno strumento vibrante e vivace. Nel caso dell'Audio Note però questo ha un piccolo prezzo poiché non è così rifinito nella gamma alta come l'Astin Trew. Il confronto mostra che si può fare di più, ma dimostra anche l'eccellente lavoro che Osborn ha fatto nel progettare questo lettore. Il bilanciamento complessivo è vicino al migliore che mi sia capitato di ascoltare ed il suono è molto coerente e naturale.

Il confronto tra l'AT3500 e il North Star Sapphire (di cui la recensione sarà pronta a breve) mostra che i lettori hanno qualità musicali simili specialmente quando l'AT3500 fa uso del sovracampionamento. Lo Sapphire è un lettore CD molto sofisticato e forse farà più presa tra coloro che amano dettaglio e precisione. D'altra parte l'AT3500 ha un certo vantaggio rispetto al Sapphire riguardo il peso e la presenza degli strumenti, specialmente senza sovracampionamento. Complessivamente la definirei una patta e molto probabilmente la preferenza per uno dei due lettori dipende dai gusti dell'ascoltatore e dal sistema con cui il lettore verrà accoppiato.

Anche la riproduzione della spazialità da parte dell'Astin Trew è buona, con una buona profondità e una decente larghezza del palcoscenico: senza il sovracampionamento tutto il palcoscenico si muove in avanti senza però eccedere, mentre con il sovracampionamento attivo il tutto si allarga ed al tempo stesso il bilanciamento tonale sembra diventare un pochino più etereo e i singoli strumenti sono più separati nello spazio.

Devo dire che per la maggior parte del tempo ho preferito l'AT3500 senza sovracampionamento ed aggiungere che le idee riguardo i filtri e la conversione digitale sono venute dopo che ho riconosciuto questa mia preferenza. Infatti all'inizio di questa recensione non avevo alcuna aspettativa riguardo a quale dei due sistemi sarebbe stato migliore. Alcuni recensori preferiscono il lettore con il sovracampionamento, altri invece sono d'accordo con me. Alla fine dei conti, la cosa importante è che nel mio sistema la musica suona in maniera più naturale e "fisica" senza il sovracampionamento. L'aver introdotto nel mio sistema un grosso amplificatore Vincent in classe A ha modificato un pochino questa mia preferenza al punto che preferisco il sovracampionamento su alcune registrazioni. Il mio sospetto è che aver aggiunto il peso e la sostanza del Vincent al mio sistema diminuisce la necessità che sia il lettore CD a fornirli, anche se ad essere sinceri non sono certo di cosa abbia veramente portato a questo cambiamento.

Un'altra freccia nell'arco dell'Astin Trew è la sua capacità di essere molto delicato: di certo la sua purezza tonale lo aiuta e ne fa uno strumento molto sottile quando diventa necessario. Al tempo stesso c'è una articolata mancanza di sforzo che può risultare a volte accattivante. C'è anche una certa impressione di quiete, o se volete metterla in un altro modo uno sfondo molto molto scuro, cosa che aiuta a ricreare un po' più di spazio intorno ad ogni strumento e di profondità per tutto il palcoscenico. Molti lettori di CD suonano "di corsa", mentre l'AT3500 suona rilassato senza mai essere lento: pur richiedendo sempre la vostra attenzione, elimina tutto lo stress da ascolto e fa tutto questo senza compromessi e con una presentazione complessiva ben bilanciata e uniforme su tutto lo spettro.

Tutte queste considerazioni sono frutto dell'ascolto del lettore con la valvola Philips JAN. Ho provato la Electro-Harmonix, che però è risultata un pochino meno rifinita: il lettore è ancora molto buono con questa valvola, con una buona banda media che presenta ancora la sua ricchezza. Sono invece le frequenze estreme che diventano un po' meno "speciali" con meno tessuto nel basso e un pochino di rugosità nella gamma alta. Dato il suo basso prezzo, direi che la valvola JAN è un buon upgrade. Ho anche provato la costosa EAT ECC88, che ha fatto suonare il lettore anche meglio, ma di questo scriverò più in dettaglio in una recensione che sarà pronta in alcune settimane.

Infine ho provato questo lettore anche con il sistema di un mio amico: il sistema in questione è formato da un integrato Anatek A50 e da un paio di diffusori Focal JMlab Chorus 714s. L'AT3500 ha lavorato bene anche in questo sistema, con l'unica differenza che il mio amico ha di gran lunga preferito la modalità con il sovracampionamento. Questo mostra quanto le cose possano essere mutevoli e quanto la possibilità di attivare/disattivare il sovracampionamento sia utile.

[Astin Trew AT3500]

Conclusione

Già da un po' di tempo andavo cercando un lettore CD decente, e finora ne avevo recensiti circa una dozzina senza trovarne uno che mi piacesse abbastanza da investirci sopra dei soldi. I lettori CD non sono macchine molto ispiranti, almeno così mi sembra, poiché o suonano male o hanno prezzi inavvicinabili. Almeno fino ad ora, è stato difficile eccitarsi per qualcosa di così semplice come un lettore CD.

L'AT3500 è così dolce, articolato, caldo e completamente musicale che non è possibile dopo averlo ascoltato non esserne entusiasti. Aggiungete a questo che nessuno di questi magnifici attributi ha veramente una controparte negativa, facendone di fatto un lettore pressoché perfetto, almeno in questa fascia di prezzo. Sinceramente, non so se sia lo stadio d'uscita valvolare, il sovracampionamento che può essere disattivato o semplicemente la sua bella voce, ma so che il risultato finale è un bellissimo suono.

Questo lettore CD è un sicuro affare: la qualità costruttiva è eccellente e il suono è il migliore che io abbia mai ascoltato in questa fascia di prezzo. Che tutto questo sia sostanzialmente il frutto di un uomo solo è ancora più sbalorditivo. Questo prodotto dimostra ancora una volta che c'è ancora un sacco di attività nell'industria audiofila britannica e che i sistemi a due canali ancora non sono morti. Se state cercando un lettore CD con un prezzo fino a circa 1500 GBP, questo è uno di quelli che deve assolutamente entrare nella vostra selezione finale. Sarei personalmente molto sorpreso se alla fine non lo compraste... Io l'ho fatto, e questa è di certo la più grossa raccomandazione che io possa fare.

Copyright 2008 Maarten van Casteren - www.tnt-audio.com

Commento del Costruttore

Dal punto di vista di un progettista è difficile se non impossibile dire qualsiasi cosa che possa chiarificare ulteriormente questa recensione. Se dovessi scrivere una recensione per l'AT3500, non sono certo di poter fare molto meglio di quest'articolo. Il nostro scopo primario è stato di sviluppare un lettore CD che faccia sì che i CD suonino come musica reale ed ad un prezzo ragionevole. Sembra che abbiamo avuto successo, almeno stando al giudizio di Maarten. Permettemi di aggiungere che l'AT3500 ha ottenuto splendide recensioni un po' ovunque e questa di certo è una cosa molto gratificante dopo tutto il lavoro di sviluppo ed ascolto critico che abbiamo fatto.

Il futuro dell'audio high-end sta per essere cambiato profondamente: sono sicuro che la diffusione di musica digitale e i server musicali prenderanno il sopravvento rispetto al CD come principale sorgente digitale. Tuttavia occorreranno società come la Astin Trew per far suonare quell'insieme di bit come musica -- tenete d'occhio www.astintrew.co.uk -- ma nel frattempo, continuate ad ascoltare i CD!

Micheal Osborn



[ Home | Redazione | FAQ | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]