[ TNT | Redazione | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Lettere alla Redazione

ATTENZIONE!!! Pregasi leggere prima le Istruzioni per l'uso
Per le domande più generali leggete prima la rubrica Adeste Fideles!
Potete anche unirvi al nostro gruppo di discussione sull'HiFi!!!

I volumi della posta precedente

  1. Bando al compattone!
  2. 1 impianto per 1 milione
  3. Dubbi su nuovo impianto
  4. Richiesta info per Home Theatre
  5. W TNT-Audio!
  6. Considerazioni sull'HiFi
  7. TNT ed Home Theatre - provocazioni a fin di bene e...roba da macchina!
Bando al compattone!
Caro Lucio, seguo da poco le vicende del tuo TNT-AUDIO, anche se vorrei avere molto più tempo per leggere le numerose e affascinanti pagine che lo compongono. Vi ho trovato, io che non capisco nulla di elettronica e valvole, una tale passione e competenza nel descrivere e spiegare cose del mondo dell'HI-FI, per molti difficili da capire, ma che tu e i tuoi collaboratori sapete rendere facili e comprensibili a tutti.
Essendo un novizio, anch'io ho cominciato a leggere da dove posso capire più facilmente (premetto che ho conosciuto il tuo sito perchè ero alla ricerca di consigli su come assemblare meglio un micro compattone nuovo da acquistare) ed infatti ho letto i vostri "consigli" sui compattoni.

La cosa mi ha messo dei forti dubbi e son voluto andare in una sala c.d. HI HEND per sentire e capire la differenza. Qui era in prova il nuovo Puccini Audio Analogue SE Remote che pilotava una coppia di diffusori Sonus Faber Concertino. Come sorgente, credo, fosse un NAD CD 514. Sono rimasto, benchè non avessi molto tempo, due ore ad ascoltare cd di vario genere e, memore dei vostri giudizi sui compatti, ho cambiato idea: bando al compattone!. Ho letto qualche lettera e so che qualche volta dai dei consigli per gli acquisti ed io ci terrei ad averli da te. Avrei pensato di acquistare:

  1. Ampli A.A. Puccini SE R.
  2. Diffusori Sonus Faber Concertino (mi hanno consigliato anche le Infinity della serie Kappa, da scaffale oppure le KEF)
  3. CD NAD 514 oppure Marantz 6000.
Oltre ad un tuo giudizio sulla precedente catena che vorrei realizzare, potresti darmi qualche nome di sorgente Phono che leghi bene con quanto sopra?
Grazie.
P.S. Vorrei consigliare a tutti quelli che mi leggeranno, se mi leggeranno, e che abbiano intenzione di acquistare un compatto, di non affrettare l'acquisto, ma sentire anche altri prodotti da assemblare che apparentemente non interessano (diffidate dei prodotti da supermercato!!!). Fidatevi, non mancheranno sorprese e ripensamenti.
Grazie per l'attenzione che vorrai concedermi.
Ernesto Pagano - E-mail: ernestop@libero.it

LC
Caro Ernesto,
benvenuto nel Club dei redenti di TNT-Audio, che ormai conta numerosissimi adepti. In fondo rinunciare ai compatti è facile: basta sentirli :-)
La tua scelta mi sembra ottima, con una leggera predilezione per il Marantz CD 6000 rispetto al NAD, non per migliori prestazioni musicali quanto per una fastidiosa seppur lieve tendenza di alcune parti elettroniche dei NAD a rompersi (display, switch etc.).
Sui diffusori, nella stessa fascia di prezzo prova a sentire le Aliante Spazio o qualche modello Opera.
Per quanto riguarda la "sorgente phono" immagino tu indenda un...giradischi (perchè non chiamarlo col suo nome? :-) )
Ignorando il budget previsto e la quantità di LP in tuo possesso mi viene molto difficile darti un consiglio sensato. Se vuoi risparmiare, un Thorens o un Rega Planar 2 sono gli oggetti da mettere nella lista della spesa. Oppure guarda un po' sull'usato.
Spero di esserti stato utile.
Lucio Cadeddu

1 impianto per 1 milione
Caro Lucio,
spero di poterti dare del tu così mi è più facile scriverti.
Ti avevo contattato poco più di un mese fa per chiederti alcuni consigli: devo innanzitutto ringraziarti per la rapidità con la quale hai risposto, veramente non me l'aspettavo, in secondo luogo, come mi avevi chiesto, ti riscrivo per farti sapere che ho seguito i tuoi consigli ed ho da poco acquistato un NAD 310, un DENON DCD 655 e una coppia di diffusori INDIANA LINE modello ARBOUR 5.4 il tutto per un totale di 1.097.000 lire.
Sto ascoltando il tutto da circa una settimana e devo dire che, anche se sicuramente non raggiunge livelli eccezionali, mi sembra che suoni più che egregiamente nonostante abbia dovuto sistemare le casse su uno scaffale a ridosso del muro (immagino che la cosa ti faccia inorridire ma sul manuale di istruzioni c'è scritto che sono costruite in modo da poter essere posizionate anche in questo modo, non so se sia poi vero ma proprio non ho altre alternative).
Ti ringrazio nuovamente e ti prometto che continuerò a seguire TNT.
Ciao,
Marco Franceschini - E-mail: m.franceschini@libero.it

LC
Caro Marco,
pubblico la tua lettera perchè è la dimostrazione lampante che anche con 1 milione si riesce a mettere insieme un impianto di vera HiFi, alla faccia di chi dice che l'alternativa ai compattoni non esiste.
Ora hai un'ottima base di partenza per migliorare a poco a poco, prima coi cavi, poi con qualche piccola modifica se ne avrai voglia, insomma potrai intraprendere quel cammino entusiasmante della ricerca del buon suono con poca spesa.
Le casse sullo scaffale sono un grosso limite, evidentemente, ma se non hai DAVVERO altre alternative...beh, pazienza. Magari puoi provare a disaccoppiarle meglio dallo scaffale con punte od altre soluzioni che trovi nel nostro Tempio del Tweaking.
Ciao e buon divertimento in compagnia della buona Musica!
Lucio Cadeddu

Dubbi su nuovo impianto
Gentile direttore,
gradirei un tuo giudizio su un nuovo impianto che avrei intenzione di acquistare: amplificatore Atoll IN 80, CD Atoll CD 80 (o è meglio addirittura il 100?), casse Snell (il modello non lo ricordo ma costano L.2.500.000 di listino).
Io ascolto prevalentemente musica classica ( specialmente pianoforte solista) e sistemerò l'impianto in una stanza con soffitto basso e di circa 30 mq e tutta tappezzata di libreria.
I diffusori dovrebbero stare o in libreria o su piedistallo ma non distanti più di 40 cm dalla parete di fondo. Ho ascoltato l'impianto e devo dire che mi è piaciuto molto ma ho un po' di dubbi sulle casse (pochissimi in realtà....sono solo scrupoli o paura di fare una scelta sbagliata!).
Inoltre mi conviene acquistare addirittura il modello 100 del lettore cd? (costa 500.000 lire di più ma mi dicono che suoni proprio da Dio). Grazie anticipatamente per i consigli che mi darai e complimenti per la rivista.
Paolo Destro - E-mail: pdestro@tin.it

LC
Caro Paolo,
se l'impianto ti è piaciuto non devi avere dubbi in quanto i componenti scelti sono tutti molto buoni ed in particolare Snell produce da sempre eccellenti diffusori.
Se mezzo milione in più per il CD è spendibile senza problemi...fai pure, però prima assicurati di aver acquistato altre cose fondamentali tipo cavi, piedistalli e/o tavolino.
Rinunciare ai piedistalli e disporre le casse in libreria sarebbe un errore (questo sì) semplicemente imperdonabile. Così come rinunciare a cavi decenti.
Ciao!
Lucio Cadeddu

Richiesta info per Home Theatre
Egregio Direttore,
innanzitutto un sentito ringraziamento: sono una più che neofita del mondo Hi-fi e volendo predisporre un sistema Home Theatre non sapevo veramente da che parte cominciare.
Prima di scoprire il Vs sito ho provato a racimolare informazioni dai diversi negozianti e/o imbonitori (perfettamente ritratti dal Vs. articolo!) ma senza ricavare indicazioni precise al riguardo se non una senzazione di estrema incertezza.
Nel corso dell'ultima settimana ho guardato più volte con attenzione e devo dire anche con estremo piacere, le Vs. rubriche e i Vs. articoli e devo dire che perlomeno oggi so di che cosa stiamo parlando o almeno riesco a percepire la complessità di una scelta del genere che, comunque e in ogni caso andrà fatta in base a criteri oggettivi e soggettivi.

Oggi, nonostante tutti i suoi preziosi suggerimenti le vorrei chiedere la cortesia di formulare un consiglio per il mio caso particolare.
La mia intenzione è quella di predisporre la mia sala per un ambiente Home Theatre.
Le dimensioni sono 4x5 metri (altezza della stanza 3,3m ). Sui due lati lunghi della stanza ci sono un divano angolare (4/5 posti) e una libreria (3m di lunghezza per 2,5 di h).
Ad oggi non dispongo di altro che un lettore CD DENON DCD 755AR e un Videoregistratore JVC HR-J668.
Il nostro obiettivo finale è l'acquisto di un Video Proiettore.
Oggi per il momento mi piacerebbe acquistare un amplificatore multicanale con processore incorporato con TAPE e le 4 casse essenziali (mi piacerebbe avere anche l'ingresso Phono anche se per il momento potremmo aspettare ad acquistarlo).
Verranno in un secondo tempo il centrale, il subwoofer e il lettore DVD.
Il mio budget per l'acquisto iniziale è di 3/4 milioni ma mi piacerebbe ricevere da Lei anche un'indicazione di costi sui componenti di acquisto successivo.
La rignrazio fin da ora per la Sua estrema cortesia e disponibilità e mi complimento ancora per l'elevato livello di servizio e professionalità che erogate.
Cordiali Saluti.
Monica Valle - E-mail valle@indis.it

LC
Cara Monica,
mi fa piacere che i miei articoli introduttivi ti abbiano aiutato un po' a muoverti in questo tipo particolare di mercato.
Con la cifra stanziata (3-4 milioni) io destinerei 1 milione circa per l'amplificatore con Dolby Digital ed il resto per le 4 casse. L'ampli potrebbe essere il versatilissimo SR 4000 della Marantz, dotato persino di ingresso phono ad un prezzo di poco superiore al milione (1.300.000 il listino).
Per i diffusori mi orienterei verso delle torri da pavimento, poco ingombranti in pianta ma dotate di un basso abbastanza generoso, tenendo conto della temporanea mancanza di subwoofer. Io aggiungerei SUBITO il centrale, però.
Una buona soluzione (esteticamente imbattibile, visti i mobili in legno massello) potrebbe essere un sistema Opera, con torri anteriori Pavarotti (1,8 milioni di listino) + 2 Opera Mini per i posteriori (circa 700.000) ed il centrale da circa 600.000. Siamo a 3 milioni ma sono sicuro che si riesce a scendere al di sotto di tale cifra acquistando tutto insieme.
Se ti sembra troppo, puoi sempre posticipare l'acquisto del centrale...ma te lo sconsiglio.
Alternative più economiche le puoi cercare tra alcune proposte Chario, Acoustical (ma senza torri da pavimento) oppure Indiana Line o Wharfedale, come consigliato nella Posta delle scorse settimane (e che invito sempre a leggere, altrimenti mi fate ripetere sempre le stesse cose!!!!).
Per il lettore DVD prendi un modello privo di decodifica AC-3/Dolby Digital in quanto questa è già presente sull'ampli. Un lettore di buona marca (Panasonic, Pioneer...) lo trovi già per una cifra intorno al milione.
Per il subwoofer, beh, tutto dipende da quanti soldi pensi di spenderci. Meglio non lesinare troppo sulla qualità, il basso deve essere profondo e molto potente...non un "bum bum" incomprensibile.
Fammi sapere!
Lucio Cadeddu

W TNT-Audio!
Caro direttore,
sono un audiofilo del tipo "nostalgico".
Ho incominciato ad interessarmi di hi-fi quasi 25 anni fa, ho inseguito questa passione per alcuni anni e poi sono caduto in una sorta di limbo dell'audio (non sto a spiegare le cause).
L'anno scorso, complice un trasloco e la "prematura" scomparsa dell'ampli (un Pioneer A-606 - 1978), mi è rinata la passione. Cercando informazioni in rete mi sono imbattuto nel vostro sito; è stata una folgorazione!
Un sito non commerciale con tante informazioni ed utilissimi consigli per gli audiofili, la cui lettura mi ha portato a cercare di migliorare le caratteristiche del mio impianto così composto:

Ascolto in un locale di circa 4,30x6m, con il soffitto inclinato (mansarda), quasi tutti i generi musicali (circa 60LP e 100CD).
Ultimamente volevo cimentarmi nella costruzione di un cavo di potenza tipo TNT Star; non riuscendo a trovare il cavo schermato ho temporaneamente utilizzato un normale cavo a 4x1,5mm in configurazione a stella.
Ero scettico che la differenza rispetto alla piattina bipolare da 1mm (aaaagh!) fosse udibile. Incredibile!

Le modifiche precedenti avevano sortito degli effetti migliorativi ma questa è stata determinante.
La profondità e la presenza dei bassi è aumentata considerevolmente, tanto da farmi considerare un riposizionamento delle casse, ma anche il dettaglio e l'analiticità in gamma media e medioalta sono migliorate tantissimo.
Questo mi spinge a sperimentare ulteriori modifiche a breve.
E tutto questo grazie al vostro lavoro ed alle informazioni del vostro bello (e veloce) sito.
Scusa per la lunghezza della lettera.
Grazie, complimenti e continuate nella vostra opera di divulgazione.
PS
Se ti venisse in mente qualche modifica ai miei componenti fammelo sapere.
Alberto Maria Leonardi - E-mail: a.leonardi@ipsoa.it

LC
Caro Alberto,
rispondo con piacere alla tua appassionata lettera, anche considerando che sei uno dei pochi estimatori dei supporti TNT Akropolis, dai più considerati pacchiani e barocchi. Peccato per questi signori che il suono sia di ben altro livello rispetto a quello di moltissime soluzioni costose e "eleganti", magari migliori dal punto di vista estetico ma pietose per suono.
Io li uso nel mio secondo impianto, quello budget, e li trovo semplicemente insostituibili. E anche belli...vabbè, è una questione di gusti :-)
Sono contento che il cavo
TNT Star abbia prodotto così benefici risultati, spesso è sottovalutato rispetto al più "tecnologico" (ma difficilotto da costruire) TNT FFRC.
Altre modifiche per il tuo impianto??? I piedini Upim ovunque, non c'è alcun dubbio!!!!!!!!!! :-) Provali e poi fammi sapere. Versione trasparente, mi raccomando, quella marrone usa una gomma troppo rigida.
Per le casse vedrei bene una ricablatura interna (se te la senti) con cavo Star o FFRC e magari la sostituzione dei componenti del filtro con altri di più elevata qualità, tenendo conto che cominciano ad avere i loro anni...
Buone prove!!!!
Lucio Cadeddu

Considerazioni sull'HiFi
Sono un medico nato a Lecce che lavora a Perugia. Causalmente, girovagando in rete, ho trovato il sito di TNT. Devo complimentarmi con Lei per aver messo su una rivista on-line veramente completa, esaustiva e particolamentte curata.
Anch'io, come tutti coloro che Le scrivono, sono un "malato" di HiFi sebbene nell'ultimo periodo preferisco utilizzare le risorse nell'acqusito dei dischi più chè nel continuo rivolgimento dell'impianto HiFi avendo raggiunto da quel punto di vista una sufficinte qualità audio.
Il mio impianto è composto da lettore cd Denon di qualche anno fa, convertitore esterno della ARCAM, ampli Sonus Faber Quid, diffusori Sonus Faber Electa.
Possiedo anche un giradischi della Audio-linear che uso poco ma che custodisco gelosamente. Tale impianto è stato acquistato circa 10 anni fa e da allora mai più modificato, fatta eccezione per il convertitore esterno.

Le scrivo essenzialmente per esprimere alcune considerazioni sul mondo della HiFi; attualmente vi è una corsa verso oggetti dal costo stratosferico che allontanano di fatto l'audiofilo dalla musica. Io personalmente ritengo che è molto meglio comprare dischi e quando possibile ascoltare musica dal vivo.
Un'altra considerazione da fare è soprattutto per coloro che vogliono costruirsi con pochi soldi un impianto che suoni, di rivolgersi al modo dell'usato.
Si possono trovare oggetti bellissimi e perfettamente funzionanti a costi irrisori. A me capita spsso, proprio perchè "malato di HiFi" di visitare i negozi di Perugia o addirittura i mercatini dell'usato. Recentemente per esempio ho acquistato un ampli Cyrus usato perfettamente funzionante e tenuto benissimo ad un costo modestissimo. Così dicasi anche per i dischi sia Lp che cd, a parte le novità, nei mercatini si possono trovare delle vere chicche.
Quindi è possibile anche con un modesto esborso di denaro di ascoltare buona musica.
Continuerò a sfogliare la Sua rivista e penso di cimentarmi nella autocostruzione di una coppia di diffusori.
A presto,
Salvatore Innocente - E-mail: innoc@unipg.it

LC
Caro Salvatore,
sottoscrivo tutto ciò che hai espresso nella tua lettera, sia per quanto riguarda l'usato, sia per quel che concerne la corsa incontrollata a componenti sempre più costosi. La ricerca del buon suono non dovrebbe arrestarsi mai, ma alcuni audiofili cambiano componenti per il solo gusto di farlo, senza capire davvero che tipo di miglioramento vanno cercando, rendendo difficilissimo quindi lo stabilire se tale traguardo è stato raggiunto o meno.
Avrai notato che molti ci scrivono con il desiderio di "cambiare" ma senza capire bene quali parametri si intende migliorare. Così è peggio che andare alla cieca, si finisce per spendere soldi senza rendersi conto dei miglioramenti.
Altre volte si pensa ad acquistare impianti raffinati senza preoccuparsi di considerare la loro interazione con l'ambiente, vero responsabile del rendimento di un qualunque impianto stereo, sia esso economico o costoso.
Io continuerò a ripetere questi principi base, speranzoso di riuscire nel mio piccolo a contribuire ad un sempre maggiore rispetto per la Musica e la sua fedele riproduzione.
Lucio Cadeddu

TNT ed Home Theatre - provocazioni a fin di bene e...roba da macchina!
Prima ancora di iniziare ad esporre i miei problemi, vorrei precisare che ho letto TUTTO l'archivio della posta di TNT, quindi dovrei ormai aver capito quello che si PUO' e quello che NON si può chedere....
Rassicurato da questo inizio? Spero di no, visto che purtroppo devo chiedere un consiglio proprio partendo da marche e modelli precisi....

Per cominciare, devo dire che il "settore" audio al quale mi dedico è quello dell'home theater. Quella parte che tanti (mio padre compreso, grande appassionato di hi-fi "classico"), definiscono "sentir forte la TV".... :-(
Prima di descrivere l'ambiente ed i componenti, vorrei precisare alcune cose: ho conosciuto e cominciato ad apprezzare il mondo dell'home cinema grazie ad uno di quei tanti sistemini che spesso danno 5 casse ed un sub (oltre al sinto-ampli-processore, ovviamente) al costo di pochi cm di cavo "esoterico"; in fondo, non penso che ci sia da vegognarsi ad ammettere di aver cominciato in questa maniera, dato che all'inizio non si sà bene COSA si vuole e DOVE si vuole arrivare, o no?
Anzi, penso (è una provocazione, ma nemmeno tanto..) che i sistemi monomarca di estrazione più o meno economica, siano decisamente utili, anzi fondamentali. ASPETTA !!! Non cancellare l'e-mail, adesso mi spiego meglio...

Perchè utili e quasi fondamentali? Semplice. Nessuno "nasce" appassionato di hi-fi; lo si può diventare, ma è altrettanto vero che si possa essere soddisfatti del sistemino X e chiuso lì.
La funzione di questi "cosi" è quella di spartiacque o, se più chiaro, di "prima selezione naturale". Ti sembra estremo come concetto ? A me sinceramente no. Se uno li compra e ne è soddisfatto, meglio per lui! Significa che si accontenta di sentire musica discretamente bene (rapportato al costo del tutto) e che non sente la necessità di evolversi verso strade più raffinate e coinvolgenti.
Se uno invece comincia a non accontentarsi, significa che ha IN SÈ un potenziale appassionato di hi-fi. Io appartengo a quest'ultima categoria. Preciso che non per questo mi sento un eletto o migliore rispetto a chi si accontenta, anzi. Semmai posso dire di avere esigenze ed aspettative diverse, ma non per questo migliori. Tutto qui.

E dopo questo lungo inizio, saltiamo lo "svolgimento" ed arriviamo alla "fine". Si, alla fine; cioè il target che mi sono prefissato e che vorrei raggiungere.
Capisco che per ora non ho scritto un'e-mail leggera e "lineare" ma dopo averti spiegato la mia filosofia "iniziale", ritengo giusto dire subito "dove" ho intenzione di arrivare.

Lo scopo che mi prefiggo è quello di ottenere un impianto bilanciato e coerente, ben inserito che nel locale ostico in cui dovrà "lavorare", ma rimanendo entro limiti piuttosto bassi di spesa. Insomma, un impianto "decente" e non colpevole di omicidio delle mie finanze.
Partiamo dall'ambiente che, come ho detto, mi sembra ostico (ed è un eufemismo). È un locale a pianta quasi quadrata di circa 3,90 per 4,00 ml con soffitto mansardato avente un'altezza minima di 1,85 ml e una massima (esattamente a metà del lato "lungo") di 2,50 ml.

Il primo componete è, logicamente un... ...televisore, visto che nell'home cinema questo componente è -ovviamente- indispensabile. Ho comprato un buon 28 pollici in formato 16\9 che mi ha pienamente soddisfatto, quindi in questo sono a posto.
Il lettore DVD che possiedo, nonostante non sia molto costoso, va bene e quindi lo terrò.
Volevo sostituire i componenti audio che ho, dei quali tralascio la marca per decenza, con altri di migliore qualità (oddio.. ...peggiore sarebbe dura!) e precisamente:

Sarei orientato al centrale Mission perchè, dopo averne ascoltati tantissimi presso un fornito negozio della mia zona (La Spezia) mi è sembrato il più equilibrato e coerente.
Ho valutato con attenzione anche un "pari-prezzo" B&W, che alla fine mi è sembrato troppo carico nella fascia bassa e non troppo modulato nella media. Al contrario, il Mission ha una eccellente (per me) riproduzione delle voci, in particolar modo femminili.
Le stesse voci, sentite sul B&W, "ingrassavano" la persona di almeno 20 Kg. Spero di essermi spiegato..... :-))

Per i canali fronte-retro, sarei orientato verso una scelta "tutta uguale" in modo da avere una perfetta omegeneità timbrica e dinamica, anche in virtù del fatto che la decodifica AC-3 presente nell'ampli "dirige" i canali come uguali ed indipendenti.
Per la marca ed il modello i dubbi sono però grandi: ho ascoltato le Infinity e mi sono piaciute molto. Certo, non raggiungono i livelli delle sorelle maggiori dotate dell'Emit, ma si difendono bene quanto a definizione e calore.
Le JBL sono molto più incisive e dinamiche, ma mi sono sembrate quasi eccessive, per non dire scomposte. In più queste ultime porterebbero anche ad un altro dubbio... ...ovvero il sub con le JBL viene ridimensionato, e non poco.
Generalmente uso un taglio di 60-80 Hz, con una presenza dell'amplificatore intorno alla metà, ma ovviamente questi parametri andranno rivisti con l'arrivo delle nuove casse.

A proposito di sub...tanto per ridere, posso riportarti quanto mi ha detto il titolare di un nuovo negozio di hi-fi della mia città: alla domanda sul corretto incrocio del mio sub con delle Indiana-Line che mi voleva vendere, mi ha risposto che dovevo tenermi intorno ai 500-600 Hz (giuro che non è una balla !).
Quando gli ho detto che il crossover attivo del mio sub ha un range di 50-200Hz, mi ha detto che era strano, e che lui di sub così non ne aveva mai visti!!!
Sono scappato, letteralmente.

Tornando al discorso dei canali fronte\retro, devo ammettere che optando per il "tutto uguale" a parità di spesa perderei qualcosa nell'uso "stereo" dell'impianto, ma i calcoli di "importanza" che si potevano fare con il Pro-Logic penso che vengano meno con l'AC-3.

Veniamo ai conti. L'integrato Yamaha mi è stato offerto a circa 1 milione; le Infinity a circa 600.000 la coppia; le Jbl a circa 700.000 la coppia. Il centrale Mission a 500.000. Facendo le somme, andrei dai 2.700.000 ai 2.900.000, ovviamente escludendo i componeti che ho già.
Ti sembra una cifra troppo bassa? È illusorio che con una cifra tutt'altro che elevata si possa raggiungere una discreta qualità?
Io posso solo dire che per quello che ho "sentito" mi sembra un compromesso "onesto". Certo che posso sbagliarmi e.... ....quindi chiedo consiglio.

Avrei anche un'altro dubbio: sarebbe preferibile un sinto-ampli AV Harman Kardon ? Ho trovato un modello che mi sembra discreto, ma potrei permettermi solo la versione 35x5 w, che costa come lo Yamaha che ho descritto prima.
Quale scegliere? Certo, 35 w "buoni" sarebbero più che sufficenti per l'ambiente che ho, ma in fondo non ritengo "da buttare" nemmeno quelli erogati dallo Yamaha...

Una domanda sui cavi di segnale. Attualmente sto utilizzando dei cavi segnale che penso potrebbero farti rabbrividire. No, non sono il classico rosso-nero (mai !! tra l'altro sono juventino -ehm ehm- speriamo che per questo non cestini la lettera...:-)), ma degli Audison Cable a da 5.000 al metro.
Sai qual'è la cosa strana? Sono da macchina !!! Lo giuro ! Hanno doppia guaina e schermatura, con rame OFC, secondo me vanno molto bene (per quel che costano).
Certo, i puristi storceranno il naso, ma se si considera che Hi-fi Car è molto più selettivo del settore casalingo -per quanto riguarda i cavi-, non penso ci sia da stupirsi si comportano bene.
Tu cosa ne pensi? Puoi anche mandarmi a quel paese... ..tranquillo :-)

Ultimo, GIURO, problema... ...anzi, dovrebbe essere il primo. Il locale "suona" in una maniera oscena; basta alzare la "voce" (mia, non dell'ampli) che rimbomba già.... ....ho steso tappeti, attaccato mensole e quadri... ...ma, poco è cambiato.
È dovuto all'andamento mansardato? Nonostante questa tipologia del tetto potrei usare i vostri "correttori d'ambiente" proposti nel sito?

OK. Basta. Ho scritto e rotto fin troppo. Non rimane che rimettermi al verdetto della giuria.... :-))
P.S. Ti faccio i complimenti per il sito ORA non per una dimenticanza precedente, ma solo perchè "aprire" con questi mi sembra terribilmente ruffiano.... :-))
Mi voglio anche scusare se ho utilizzato un tono colloquialmente confidenziale, dandoti del tu dall'inizio alla fine; l'ho fatto perchè lo ritenevo più diretto e spontaneo.
Ciao.
Gianni Serra - E-mail: GianniSerra@iol.it

LC
Caro Gianni,
ho notato una preoccupante tendenza nelle lettere che ricevo ad essere di lunghezza spropositata. Pochi giorni fa ne ho ricevuto una di ben 30 Kb(!!!!!) ed ho dovuto invitare il mittente a tagliare dove possibile. Capisco che molti di voi abbiano voglia di raccontare la propria vita...ma non è questo il luogo adatto, non fosse altro se non per rispetto del MIO tempo e di coloro che leggeranno. ES CLARO?
La tua è in effetti lunghetta....avresti potuto tagliare qua e là o...scriverne due in tempi diversi.
Per quanto riguarda la prima parte, ovvero l'acquisto di sistemi monomarca molto economici sono sempre della stessa idea: anzichè avvicinare le persone all'Home Theater o all'HiFi le fanno allontanare deluse. La spesa è piccola...ma la delusione è grande e la consapevolezza di aver buttato via 1 milione in un insieme di brutti barattoli inutili è molto amara da digerire.
Quindi, mi spiace, ma resto della mia opinione.
Per i cavi non so che dirti, bisognerebbe provarli...non ho alcun pregiudizio verso l'HiFi car visto che io stesso sono un discreto appassionato.

Ma vengo ai tuoi quesiti. L'ambiente lo puoi migliorare inserendo una libreria, delle poltrone e, in ultima analisi, anche i nostri correttori TNT Stylos soprattutto quelli nuovi in versione "Plus" illuminata internamente...sono molto belli a vedersi ed economici da costruire.
Tra i due sintoampli la mia netta preferenza va all'Harman Kardon, prodigo di corrente e costruito con componenti discreti.
Per i diffusori...se ti sono piaciuti gli Infinity + il centrale Mission...non vedo ragione per non acquistarli. Io andrei cauto col prendere gli stessi diffusori per i posteriori. In fondo dai canali posteriori l'informazione che arriva è comunque inferiore rispetto a quella sugli anteriori, persino col Dolby Digital. Vedrei meglio quindi un modello Infinity migliore sui frontali ed uno un po' più economico sui posteriori.
Fammi sapere!
Lucio Cadeddu

I volumi della posta precedente
Vol.01 | Vol.02 | Vol.03 | Vol.04 | Vol.05 | Vol.06 | Vol.07 | Vol.08 | Vol.09 | Vol.10 | Vol.11 | Vol.12 | Vol.13 | Vol.14 | Vol.15 | Vol.16 | Vol.17 | Vol.18 | Vol.19 | Vol.20 | Vol.21 | Vol.22 | Vol.23 | Vol.24 | Vol.25 | Vol.26 | Vol.27 | Vol.28 | Vol.29 | Vol.30 | Vol.31 | Vol.32 | Vol.33 | Vol.34 | Vol.35 | Vol.36 | Vol.37 | Vol.38 | Vol.39 | Vol.40 | Vol.41 | Vol.42 | Vol.43 | Vol.44 | Vol.45 | Vol.46 | Vol.47 | Vol.48 | Vol.49 | Vol.50 | Vol.51 | Vol.52 | Vol.53 | Vol.54 | Vol.55 | Vol.56 | Vol.57 | Vol.58 | Vol.59 | Vol.60 | Vol.61 | Vol.62 | Vol.63 | Vol.64 | Vol.65 | Vol.66 | Vol.67 | Vol.68 | Vol.69 | Vol.70 | Vol.71 | Vol.72 | Vol.73 | Vol.74 | Vol.75 | Vol.76 | Vol.77 | Vol.78 | Vol.79 | Vol.80 | Vol.81 | Vol.82 | Vol.83 | Vol.84 | Vol.85 | Vol.86 | Vol.87 | Vol.88 | Vol.89 | Vol.90 | Vol.91 | Vol.92 | Vol.93 | Vol.94 | Vol.95 | Vol.96 | Vol.97 | Vol.98 | Vol.99 | Vol.100 | Vol.101 | Vol.102 | Vol.103 | Vol.104 | Vol.105 | Vol.106 | Vol.107 | Vol.108 | Vol.109 | Vol.110 | Vol.111 | Vol.112 | Vol.113 |

© Copyright 2000 Lucio Cadeddu - http://www.tnt-audio.com

[ TNT | Redazione | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]