[ TNT | Redazione | HiFi Shows | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]

Lettere alla Redazione

Voi siete qui > Home > Rubrica della Posta > Lettere della settimana

ATTENZIONE!!! Pregasi leggere prima le Istruzioni per l'uso
Per le domande più generali leggete prima la rubrica Adeste Fideles!
Potete anche unirvi al nostro gruppo di discussione sull'HiFi!!!

I volumi della posta precedente

  1. Upgrade impianto
  2. Info su cavi e valvole
  3. Un altro neofita...
  4. Lungo e messicano :-)
  5. Casse tentatrici
  6. Collegamento subwoofer e problemi di cavi
  7. Scelta ampli
  8. Lilliput e ringraziamenti
  9. 3 coppie di casse
  10. Ringraziamenti e consigli

Upgrade impianto
Gentile direttore,
ho da poco scoperto, per puro caso, la vostra rivista navigando in internet, e più la leggo più mi accorgo che è veramente ben fatta. Penso che si impari di più sull'HI FI in pochi giorni di gratuita lettura dei vostri chiarissimi articoli, che in mesi e mesi di lettura di (non gratuite) riviste specializzate. Almeno così è stato per me: complimenti davvero.

Passo ora alle domande. Da circa cinque anni posseggo un impianto HI FI così composto:

E' un impianto del quale, nel corso di questi cinque anni, sono stato soddisfatto, ovviamente in relazione a quello che mi era costato. Lo acquistai nel '97 lasciandomi guidare, nella scelta, dai consigli del rivenditore.
Può anche darsi che allo stesso prezzo (4 milioni delle vecchie lire) avrei potuto acquistare un impianto migliore ma tutto sommato mi sembra di essere stato guidato abbastanza bene. Ad ogni modo, da un po' di tempo mi sono accorto di essere diventato più esigente, ragion per cui sto pensando di aggiornarlo per portarlo ad un livello più elevato.
La mia idea è di cominciare ad "upgradare" (si dice cosi?) l'impianto partendo dai diffusori; eventualmente in un secondo momento potrei cambiare il lettore CD (o farlo modificare in uno "Stage 6") e per ultimo, eventualmente, l'amplificatore.
Il mio budget, per i diffusori, è di 1200 -1500 euro.
Il salotto in cui l'impianto si trova è di modeste dimensioni: 4,5x3,8 mt.
I diffusori sono sul lato più lungo e distano circa 60 cm dalla libreria che sta dietro, e più di un metro dalle pareti laterali (la stessa posizione in cui andranno i nuovi diffusori).
Ascolto un po' di tutto ma i tipi di musica che più ci tengo ad ascoltare bene sono la musica classica e il jazz. Ciò che desidero è che l'impianto dia una migliore scena acustica, un suono più dettagliato e magari una più estesa emissione in gamma bassa; per il resto desidero che mantenga la trasparenza e la capacità di non stancare durante l'ascolto che ha già ora.

Prima domanda: per un ambiente di modeste dimensioni come il mio, ritieni valga la pena optare per dei diffusori a torre, o è meglio rimanere su dei diffusori da stand? Faccio questa domanda perchè nel tuo articolo dedicato ai diffusori a torre metti in evidenza che negli ambienti medio-piccoli ci possono essere, con questo tipo di diffusori, problemi di interfacciamento acustico.

Seconda domanda: sono passato recentemente dal mio rivenditore, da cui ho acquistato anni fa il mio impianto, per chiedere lumi in merito, il quale mi ha mostrato un paio di diffusori usati THIEL CS .5 in vendita per circa 1400 euro, sostenendo che varrebbe la pena provarli.
Ora, io non mi intendo molto di alta fedeltà, ma so che i THIEL sono diffusori high-end il cui prezzo di listino è superiore a quello di tutto il mio impianto messo assieme: pensi che abbia senso provare diffusori di quel livello in una catena come la mia, inseriti in un ambiente di ascolto come il mio?
E' vero che dovrei decidere in base all'ascolto, ma gradirei il parere di un esperto come te perchè non vorrei, alla fine, ottenerre un sistema sbilanciato. In alternativa il mio rivenditore mi ha proposto- visto che le EPOS mi sono piaciute- diffusori della stessa marca di livello superiore (da stand o da pavimento), oppure modelli adatti della B&W o della SONUS FABER, che sono le altre marche che lui tratta.
A tuo parere, su che tipo di casse dovrei orientarmi, considerando che sono disposto a cercare anche da altri rivenditori, e cosa ne pensi delle THIEL?

Con questo ho finito. Mi rendo conto che sono domande da ABC dell'HI-FI ma, anche se il rivenditore a cui mi sono rivolto mi ha sempre dato l'impressione di persona seria e competente, preferisco chiarirmi le idee chiedendo consigli a persone meno interessate e di sicura competenza come nel tuo caso, prima di cominciare a cercare e a provare. Altrimenti corro il rischio di buttar via soldi.
Ciao e grazie.
Francesco Mereghetti - E-mail: f.mereghetti@katamail.com

LC
Caro Francesco,
sarò brevissimo. CORRI (letteralmente) ad ascoltare le Thiel .5, il prezzo è onestissimo e la qualità estremamente elevata. Non aver paura di sbilanciare l'impianto: il tuo ampli è in grado di pilotarle - anche se "volano" con amplificazioni migliori - e nulla osta che l'ampli possa essere sostituito in un secondo momento.
Non ti dovessero piacere, opta per Epos da pavimento, visto che ti piace quella impostazione.
Infine, fidati del tuo rivenditore, da quel che ti ha consigliato in passato e continua a consigliarti oggi mi pare persona molto seria e preparata, ancorchè onestissima.
Ciao!
Lucio Cadeddu

Info su cavi e valvole
Ciao Lucio,
mi hai risposto quest'estate dal portatile al mare e vista la tua disponibilità volevo riproporti alcuni quesiti più in dettaglio.
Mi avevi consigliato cavi tra Van den Hul, MIT, Tara, Straight Wire. Ho cercato nell'usato, ma volevo sentirli prima di acquistare e chiaramente ho incontrato alcune difficoltà.
Comunque mi era venuto in mente che sul sito era descritto un progettino (possiamo chiamarlo così?) per l'autocostruzione di cavi....lo Star o Star Power, pensi che per il mio impianto possano essere indicati?
D'accordo che sono sicuramente meglio di quelli che ho adesso.....leggevo però che il quadripolare non è facilmente reperibile....proverò a cercarlo, se me lo consigli...
Vorrei ridescriverti il mio impianto perchè probabilmente non ti ricorderai di tutti quelli che ti scrivono:

Casse a nastro (Dali) di cui non conosco il modello, a proposito riusciresti a farmi avere qualche informazione tecnica, te le descrivo: Coppia di diffusori altezza m 1,30, larghezza m 0,45 profondità senza piedistallo m 0,15 0,29 con piedistallo a 3 piedini.
Coperte per tutta la sua altezza la sezione alti a nastro con una tela grigia e la sezione bassi con una tela nera.
E' visibile attraverso la tela chiara il nastro della sezione alti, lungo tutta l'altezza della cassa, mentre per i bassi, credo ci sia un woofer tradizionale, ma essendo completamente coperto non lo so, rimane un buco esattamente al centro della cassa, quadrato (sotto la tela nera) di circe 25/30 cm per lato. Il peso sarà intorno ai 25/30 Kg per cassa.
Hanno le connessioni singole senza possibilità di biwiring. Le ho acquistate usate nell'ottobre del 99, quindi penso possano essere vecchie di qualche anno prima.
Non sono riuscito a trovare prove o indicazioni di sorta su questi diffusori.
Pre a valvole (Audible Illusion - Modulus 2c) - Finale 100+100 (Electrocompaniet)- Linn Mimik II. I cavi di segnale sono: il Linn tra Cd e Pre e gli altri sono cavi autocostruiti (da un amico) G&Bl con terminazioni dorate.
Le casse sono posizionate di fronte al divano appoggiate alla parete (la sinistra è leggermente più vicina al divano perchè ho la parete scalinata, il problema lo supero con il volume separato che ho sul pre, anche se non è ottimale questa soluzione.
La lunghezza dei cavi è attualmente (4+4) avvicinando il finale alla cassa destra possiamo arrivare intorno ai 3 metri, mentre per il diffusore sinistro ci si arriva tranquillamente.
Tutto questo suona in casa dall'ottobre 1999.

Dimmi tu come faccio a districarmi dal marasma dei cavi sia di potenza sia di segnale?
Ad agosto quando mi hai risposto sei stato molto generico, riesci gentilmente ad indirizzarmi in modo più preciso?
Ho visto, ma lo sapevo già, che i prezzi per cavi adatti al mio impianto costano cifre pazzesche da moltiplicare per i metri 6-8 che mi servono........
Al momento dell'acquisto ho dato meno importanza ai cavi e in ogni modo avevo finito i soldi.
Inoltre il miglioramento era stato talmente evidente che anche con i cavi da 10.000 metro mi pareva di aver raggiunto un livello........insomma adesso mi rendo conto che il passo dei cavi si deve fare, probabilmente, anzi sicuramente anche i cavi di segnale (Linn a parte) sono da cambiare......anche qui voi proponete un buon cavo, se non ricordo male il Merlino......
Infine: ultimamente l'impianto mi da un problemino, alzando il volume sopra il quarto (20.45) il suono dopo 15-20 minuti si apre di colpo, soprattutto sul canale sinistro, così a naso pensi possa essere un problema di valvole, in qualche modo vecchie, se sì dove le trovo quelle nuove e la loro sostituzione è un'operazione che posso fare tranquillamente io?

Ti ringrazio anticipatamente oltre per i consigli tecnici che proponi, anche per la cortesia con cui rispondi sempre ai lettori e di questi tempi non è poca cosa.....................
Massimo - E-mail: Massimo.Cante@enidata.it

LC
Caro Massimo,
vista la non felicissima posizione delle casse (addossate alla parete) ti consiglierei, prima di spendere tanti soldi, di tentare con uno dei nostri progetti autocostruiti, ad esempio il
Triple T di potenza ed il Piano 6 di segnale. Per il primo non hai bisogno del saldatore, per il secondo si. Sono cavi ad uso informatico, quindi si trovano senza alcuna difficoltà.
Per quanto riguarda le tue casse, non sono riuscito a reperire alcuna info utile.
Infine, per quel che concerne il problema da te lamentato, può anche semplicemente essere il potenziometro del volume un po' ossidato, potresti tentare con uno spray riattivante per potenziometri (CRC o simili, negozi di bricolage, elettronica e/o ferramenta).
Non vedo come tale difetto possa essere ricondotto alle valvole...in ogni caso la sostituzione delle stesse è cosa piuttosto semplice: sfili le vecchie e ci metti le nuove...ma non essendo sicuri che siano colpevoli, sarebbe una spesa inutile. Meglio far controllare il tutto al rivenditore o ad un riparatore di buona esperienza.
Tienimi aggiornato!
Lucio Cadeddu

Un altro neofita...
Gentilissimo direttore,
mi permetta inanzitutto di darle del tu e di farle i complimenti per la rivista.
Sono uno studente di Fisica della materia della Sapienza di Roma e trovo i tuoi articoli veramente ben fatti, curati e molto molto chiari, in particolar modo quelli più "tecnici".
Andrò subito al dunque: dopo vari tentativi con vari compattoni (ho un Panasonic e un Kenwood, ho da poco dato via un Sony) è da quando leggo la tua rivista (circa un annetto) che ho deciso di fare il grande salto, e così ho cominciato ad ascoltare e a girare un po' per i negozi della capitale.
Il mio budget è limitato, 750 euro (cavi esclusi, per questi c'è il buon vecchio
Tempio che mi aiuterà...). a te magari scapperà da ridere come hanno fatto molti insigni rivenditori di apparecchiature professionali presso cui mi sono recato per tentare di comprare qualcosa, ma i soldi sono questi (e in verità non mi sembrano neanche pochi...).
Considerando le dimensioni della mia stanza, la mia idea è assemblare un Marantz PM4200 (o un Rotel RA-931MkII che non ho "provato") con un lettore Marantz CD4000 o CD5000 (a parte il prezzo non ho ben capito la differenza fra i due) e il resto del budget dedicarlo per i diffusori. Sono indeciso tra: B&W 600 che non mi sono piaciuti affatto ma sono, sembra, gli unici compatibili col mio budget; System Audio Sa205 che mi sono piaciuti molto; KEF Q1 di cui ho letto benissimo ma che non ho avuto la possibilità di ascoltare - ma il prezzo sale.

Tu cosa mi puoi consigliare, visto che io sono bloccato dall'indecisione e dalla paura di buttare un sacco di euro in acquisti sbagliati?
Ah, dimenticavo che ho già preparato gli stand TNT Ernesto e preparerò a breve un TNT Flexy (con alcune varianti) per alloggiare il tutto.
Ti prego, aiutami e toglimi dall'indecisione.
Un ringraziamento e un saluto
Con stima
Diego Sali - E-mail: diechirico@yahoo.it

LC
Caro Diego,
750 Euro, per uno studente che non lavora, sono una cifra elevata. Peggio per chi si mette a ridere, non coltivare i giovani dal budget limitato significa non avere clienti più danarosi domani.
Partiamo dall'inizio :-)
La sorgente può essere un Marantz CD 5000, ma meglio, MOLTO MEGLIO, un 6000, anche usato. Il 5000 è un Philips CD 753 con un'estetica diversa e qualche condensatore differente...ad un prezzo MOLTO diverso. In alternativa, l'Harman Kardon HD 750 (circa 250 Euro) è un altro ottimo acquisto.
Comunque, meglio cercare nell'usato (anche Marantz CD 63 KIS, CD 6000, qualche Rotel...).
Come ampli, lascerei il Marantz in favore di un NAD C300 o dello stesso Rotel che citi. Se riuscissi a trovare qualche modello superiore a questi ma USATO, tanto meglio.
Per i diffusori, visto che non ti sono piaciute le B&W, non prenderle!!! Ci sono N alternative validissime, soprattutto in Italia. Parlo di Chario, Indiana Line serie Arbour, Aliante CNM Compact o, ancora, qualcosa di usato. Non è difficile, ad esempio, trovare delle Sonus Faber Concertino usate a prezzi estremamente accessibili....basta armarsi di pazienza e...cercare.
Tienimi aggiornato sugli sviluppi e contattami per altri suggerimenti eventuali,
Lucio Cadeddu

Lungo e messicano :-)
Caro Lucio,
Mi chiamo Roberto, forse ti ricorderai di me per una particolarità geografica: vivo in Messico. Ti scrivo per feedback e domande relative al mio impianto entry-level. Infatti, nel molto tempo che non ti scrivo ho realizzato tweaks e upgrades, tutti più che positivi eccetto uno (complice un mio errore di valutazione).
Ti avviso quindi che questa lettera non è breve. Spero mi perdonerai tenuto conto che in due anni ti ho scritto solo tre volte; altrimenti puoi sempre mandarmi a quel paese, anche se.. già ci sto!! hahaha :-).
Se ancora non lo hai fatto, prima di procedere all'analisi, ti ricapitolo per benino (si fa per dire) le caratteristiche relative a impianto e ambiente. Mi scuso anche anticipatamente per eventuali errori, suggestioni e per il linguaggio a volte maccheronico.
L'impianto. Lettore CD JVC XL-232 e ampli YAMAHA AX 592 poggianti su Flexy table in marmo (nero), casse CELESTION E1, Cavo di segnale VOODOO, cavi di potenza (in monowiring) MONSTER CABLE Original, supporti "tipo" TNT AKROPOLIS in pietra.
[Sala Chisari]

L'ambiente. La sala d'ascolto ha una pianta irregolare direi leggermente a imbuto un po' "storto". "Bassa" 2,70m, nella parte "ampia", dove è collocato l'impianto, misura circa 12mq, nella parte "stretta" ca 11 mq, per un totale di 23 mq. Il pavimento è in maiolica, il soffitto è direttamente di mattoni con le traversine in bella vista, le pareti pure sono appena affrescate. Direi abbastanza un incubo acustico. Giuro che la prossima volta che cambio casa la prima cosa che controllo è la sala d'ascolto.
Le casse sono disposte nel lato corto (e della finestra più grande, ma non c'è altro lato disponibile) distanti ca 1.00 metro dalle pareti laterali e 1.60 dal fondo. Sono anche leggermente inclinate v. il punto d'ascolto (ca 30).

Riassumo il più brevemente possibile i grandi miglioramenti dovuti a tweaks e upgrades (a parte trucchetti comunque utili come le griglie parapolvere posteriori per le casse e sull'ampli e le dritte circa la manutenzione e pulizia dell'impianto). Posizionando (credo) adeguatamente le casse e trattando l'ambiente (tappeti quadri librerie torri cd e mobili..tutto serve, ma soprattutto le TNT Stylos Plus) direi che ho risolto i miei problemi ambientali (rimbombi,onde stazionarie..il mio stomaco ringrazia :-)).
In virtù anche degli altri interventi (Voodoo signal cable, CDP Press, Auric Illuminator, piedini UPIM sotto le elettroniche, Akropolis, sughero e/o Tak nei coperchi delle elettroniche, Merlino CD per lettore e ampli), ritengo di godere di un suono pulito dettagliato e sufficientemente articolato sui medio alti (sottolineo il forte stemperamento delle sgradevoli metallicità iniziali), controllato e articolato sui medio bassi, con buona focalizzazione e stabilità dell'immagine, e una scena più grande (di prima) soprattutto in profondità (Merlino soprattutto).
Unica eccezione alla lista dei successi è per me lo Statmat CDi Blue (versione MKII improved). Anche qui cerco di non soffermarmi troppo, devo dire però che sicuramente non dà maggior corpo ai bassi (a onor del vero questa non è una delle caratteristiche citate nella copertina del Cdi Blue), come invece il TNT Digital Cork, e mi è sembrato inferiore anche all'Auric Illuminator.

Conclusioni. Tra l'inizio e la fine c'è un abisso. Non so come diavolo ci possa essere gente che dice che i tweaks e cavi etc non apportano miglioramenti. D'altro canto non ritengo essermi basato sull'effetto "placebo" (infatti quando le cose, nel mio impianto/ambiente, non hanno convinto le mie orecchie, l'ho detto).
Grazie TNT! ;-) : oggi riesco a godermi molto di più il mio impianto. Tuttavia....
A) I bassi del mio impianto li definirei..articolati controllati ma "piccoli". Non mi aspetto certo di poter ascoltare decentemente le bordate dei Massive Attack, solo vorrei più corpo più presenza.
B) Rispetto al mio riferimento ideale di palco (che, essendo un novizio, non è impianti superiori al mio ma la mia idea di palcoscenico reale), secondo me continua a essere scarsina l'immagine, soprattutto in ampiezza.
Conscio che non si può far uscire il sangue dalle rape, ma rincuorato dal molto che si può fare con tanti trucchi, mi chiedo se non si possa migliorare ulteriormente la situazione, magari riducendo i difetti pocanzi menzionati. Per questo ti rivolgo le seguenti domande.

  1. Altre "taccate" alle elettroniche. Capito dalle modifiche TNT a apparecchi, che vi sono oltre i coperchi altre zone delle elettroniche "taccabili" (con UHU-TAC o plastilina verde o anche il molto economico (5 Euro al kilo) mastice per carrozzieri) come meccanica cd, condensatori, trasformatori, scheda phono dell'ampli etc, e data la mia totale ignoranza a proposito, potresti dirmi esattamente DOVE eventualmente taccare?
    Lo so, forse è un po' troppo chiedere ..ma non vorrei, da solo, fare stupidaggini (per la cronaca dopo la taccata del coperchio, sia pure stile Harmonix, il mio ampli, notoriamente "freddo" ora non lo è più tanto..).
  2. Cambiare i cavi di potenza e collegarli in biwiring. Tenuto conto delle caratteristiche dell'impianto e del tipo di ampli (non dovrebbe avere problemi con alte capacità o si?), quale tra FFRC (semprechè non sia troppo "brillante" per il mio impianto) o Triple T o perchè no una coppia di Star in biwiring?
  3. Ricablaggio casse. Con cavi solid core, o wire-wrap o Triple T o FFRC o CAT 5 o lo stesso Star.. secondo ciò che trovo e/o ciò che userò come cavo di potenza.
  4. Condizionatore di linea da 5KVA. Data la critica situazione della mia rete elettrica (tanto per le condizioni ambientali esterne che per la pessima installazione) sto valutando la possibilità di installare un condizionatore di linea/stabilizzatore + paletto per tutta la casa (5KVA) del costo peraltro elevato (da 1000 dollari in su). Ti domando se dato anche il dimensionamento tale condizionatore di linea potrebbe aiutarmi a raggiungere un migliore equilibrio sonico.
  5. DAC esterno. Vale la pena considerare l'opzione DAC esterno? Lo sconsigli in generale per lettori economici (sotto il milione), e viceversa, nell'articolo sul JVC XL-232 (che costa 300mila però vale tre volte tanto) indichi più volte come la soluzione (una volta recuperata una uscita digitale elettrica) per i difetti del lettore, tra cui proprio la dimensione laterale dell'immagine. Quale DAC entry level mi consiglieresti? E la accoppiata JVC+DAC, quantunque primo passo per la successiva sostituzione della meccanica, può "reggere" nel tempo?
  6. Altro?
GRAZIE!!!..anche se non dovessi rispondermi..

PS1. Del Noise Killer Blue (cercato in rete ed in Italia) se ne sono perse le tracce. Tanto di quello Rockford Fosgate quanto dei suoi omologhi (Lightning etc)... Forse mi sbaglio però il brevetto credo sia stato comprato da qualcun altro (che ancora non distribuisce il prodotto). Esiste un "Noise Blocker" (grigio, sempre della RF) che ho comprato a Roma però non ho potuto usare (sorvolo...)

PS2: ti segnalo che la prova d'ascolto di UBYTE-1 e X-3.0 è sotto la rubrica cavi per diffusori, non quella dei cavi di segnale.

PS4: non per pestare i piedi a TNT Music, però sapendo il tuo grado di apertura mentale, ti segnalo il sito www. scaruffi.com. Un pozzo di scienza, e completamente indipendente (cosa che non è cambiata anche se negli ultimi tempi è comparso qualche banner). Nel caso, fammi sapere.
Roberto Chisari - E-mail: r_o_loco@yahoo.com

LC
Caro Roberto,
troppo chili e troppa cerveza da quelle parti??? :-))))))))
Mamma mia che fiume di parole (tra noi). A lettera lunga, come d'abitudine, risposta telegrafica :-)
Per i cavi di potenza prova i Triple T, idem per il ricablaggio. L'ampli non dovrebbe avere problemi.
Per migliorare l'immagine non bastano ne' cavi ne' condizionatore di rete, serve un nuovo CD player o un DAC. Molto dipende da cosa riesci a reperire (i DAC usati di classe te li tirano dietro, ormai). Io farei una ricerca e valuterei l'usato, prima di ogni altra cosa. La meccanica del JVC può reggere ancora un po'...ma prima o poi dovrai cambiarla (anche quelle si trovano senza grossi problemi).
Per quanto riguarda i P.S., ti ringrazio per le utili segnalazioni.
Tienimi al corrente!
Lucio Cadeddu

Casse tentatrici
Aiuto!
Ho provato in tutti i modi a tenere lontano da me il mondo dell'alta fedeltà, essendo uno studente con un budget ridicolo, ma Lei mi ha sempre inseguito. Amici autocostruttori, altri con disponibilità maggiori sono stati sempre lì intorno a me; mercatini dell' usato, rivenditori mi anno sempre guardato come il serpente deve aver guardato Eva.

Complice la mia debole forza di volontà e correo quello strano istinto che spinge a cercare sempre di migliorare, ho definitivamente ceduto. La morte del mio compattone Pioneer, circa un anno fa, è stata la scusa per portare a casa mia il vecchio impianto di mio padre, ampli Technics SU V5 (discreto) e diffusori RCF BR 1042 ('na schifezza di proporzioni bibliche) collegandovi un lettore portatile AIWA.
Qualche mese fà l'occasione che aspettavo, un ampli MICROMEGA TEMPO 1 sembra sorridermi sul banco di un negozio dell'usato; leggo il prezzo: 500 euro. Per le mie finanze una tombola! ....però qualche soldo da parte c'è, magari non fumando, non uscendo per una mesata, niente cd per 2/3 mesi....
Per farla breve dopo qualche giorno compare trionfante sulla scrivania della mia camera e tenta di fare amicizia con il lettore cd, un DENON 685, preso d'occasione anche lui.
Il loro flirt, protetto da cavi MONSTER Interlink 100, viene però celato dal tormentato rapporto tra la mia stanza - circa 15 mq, pavimento in moquette - e le casse che fanno tremare non solo le mie finestre, ma anche quelle dei vicini.
Dopo qualche mese di sofferenza posso finalmente sopprimere le RCF e mi trovo ora nella situazione di poter gestire un budget di circa 450 euro.
La mia intenzione attuale è di acquistare un paio di casse di piccole dimensioni, da montare su supporti che sto costruendo da solo e sono rimasto piacevolmente colpito dalle TRIANGLE TITUS 202 e dalle KEF Q1.......Imprevisto!
Lo stesso posto in cui acquistai il TEMPO ha ora in vendita a circa 390 euro delle TANNOY 613 - da pavimento, cabinet stretto, anno 96 o giù di lì - che sembrano suonare discretamente.
Probabilmente non sono il massimo per la mia stanza, ma entro l'anno dovrò comunque cambiarla.
In conclusione mi fornirebbe un enorme aiuto dandomi un opinione in merito alla scelta o consigliandomi in alternativa degli altri diffusori, preferibilmente usati e magari indicandomi, per il futuro, dei cavi di segnale e potenza dal prezzo non eccessivo (attualmente sono entrambi dei MONSTER CABLE "entry level").

Tenga presente che ascolto solitamente musica acustica o elettronica e che ho un pessimo rapporto con i bassi troppo esuberanti; inoltre intorno a Natale vorrei cambiare il mio lettore con un MICROMEGA Stage 3 o 4 d'occasione (ne ho visti parecchi quasi regalati sul sito web di un rivenditore francese).

Ringraziandola anticipatamente, le porgo i miei più cordiali saluti ed approfitto dell' occasione per ringraziarla dell'enorme contributo offerto dalla sua rubrica.
Enrico Martellucci - E-mail: erii75@supereva.it

LC
Caro Enrico,
già che le Tannoy sono usate...non è che riesci a portartele a casa per una prova veloce? Secondo me sono un eccellente acquisto ma non conosco fino a che punto possa arrivare la tua allergia per i bassi eccessivi. A mio parere, tenendole abbastanza lontane da angoli e pareti circostanti, usando le punte per interfacciarle con la moquette sottostante, dovresti sopravvivere alla grande.
Si tratta di diffusori molto generosi ed estremamente "musicali".
Per i cavi...hai solo l'imbarazzo della scelta...ma per ora concentrati sui diffusori...i cavi sono un dettaglio. Se vuoi, autocostruzione a parte (consigliata), puoi ancora guardare nel catalogo Monster, si trovano prodotti dall'ottimo rapporto qualità/prezzo.
Spero di esserti stato utile,
Lucio Cadeddu

Collegamento subwoofer e problemi di cavi
Gentile direttore,
sono un neo appassionato di HT e sto assemblando il mio impianto. Disponendo di un Budget limitato (2,5 Mln) mi sono orientato su un sinto-ampli Onkyo Tx sr 500E a cui ho collegato un Dvd Toshiba (SD 210E che già possedevo) con un cavo a fibra ottica GBL. I diffusori sono tutti Wharfedale, i frontali Diamond 8.2, il centrale Diamond 8 Center, i surround i WH 2 dipolo e il Sub woofer il PC 10A.
Ho acquistato, per collegare i frontali e il centrale,un cavo (speaker cable) Monster Cable Superflat Mini. Quando ho portato a casa il sub ho scoperto, da grande inesperto, che il collegamento con l'ampli va effettuato con un cavo del tipo "single screened RCA phono Cable" come riportato sulle istruzioni del SW. Mi sono recato presso il punto vendita dove ho acquistato il materiale e ho visto che questi cavi sono lunghi fino a 5 metri (almeno quelli che erano a disposizione lì).
A casa dovendo occultare totalmente i cavi dalla vista di mia moglie mi ero già preoccupato su come far passare il cavo dietro il battiscopa e lungo gli stipiti delle porte in quanto volevo sistemare il SW nella parete laterale rispetto a quella dove sono sistemati il video e l'ampli.
Facendo in questo modo la lunghezza del cavo risulterebbe essere di circa 15 metri. A questo punto mi sono chiesto: posso costruire un cavo di collegamento fra l'ampli e il subwoofer utilizzando il Monster Cable che ho già terminandolo con dei connettori RCA? O sto dicendo una fesseria? Un commesso del negozio mi ha dato risposta positiva, ma non mi sembrava molto sicuro.
Nel caso si potesse fare Lei mi potrebbe dare delle indicazioni su come realizzarlo in maniera corretta? O su come realizzarne uno con altri materiali non spendendo una fortuna?

Mi piacerebbe inoltre sapere se riprodurre CD musicali col DVD è una cosa normale o se bisognerebbe dedicare a questo scopo un lettore CD separato.
Grazie per la disponibilità e per aver creato questo sito che è diventato per me il punto di riferimento sull'informazione Hi Fi e HT.
Saluti,
Alberto Galesso - E-mail: galesso@studiomocellini.it

LC
Caro Alberto,
da quanto dici deduco, come logico, che il sub sia attivo. In tal caso non puoi usare un cavo per diffusori per collegarlo ma ti serve un cavo schermato, esattamente come recitano le istruzioni. Usando un cavo non schermato, magari pure lungo, la CERTEZZA è quella di captare ronzii di ogni tipo. Quindi ti serve un cavo schermato.
Ne esistono di molto sottili, è sufficiente che ti rechi in un negozio di componentistica elettrica/elettronica e chieda un "cavo di segnale" (impedenza caratteristica 50 o 75 ohm), o coassiale (il più semplice, somiglia ad un cavo d'antenna: conduttore centrale + calza esterna) o anche a doppio conduttore + schermo (vedi l'articolo sul
TNT Shield).
Poichè la tua necessità è quella dell'occultamento, scegli il più sottile che trovi, magari di un colore chiaro. C'è tantissima scelta, lasciati consigliare dagli addetti del negozio. Tieni conto che te ne serve uno per ogni canale, ma il sub è probabilmente mono, quindi ne basterebbe uno solo.
Nel caso di un coassiale, è sufficiente saldare il conduttore centrale al pin centrale dello spinotto RCA e la calza alla corona esterna, esattamente come faresti per il cavo dell'antenna televisiva (dacci un'occhiata e capirai). Nel caso del "doppio conduttore" basta che segui le istruzioni che trovi nell'articolo citato.

Per quanto riguarda i lettori DVD, è normale che riproducano i CD. Gli apparecchi molto economici, magari, non riescono a farlo al meglio, dal punto di vista della qualità sonora...ma sono dettagli per audiofili "impallinati" :-). Se il tuo scopo primario è l'Home Theater, vai tranquillo.
Spero di esserti stato utile,
Lucio Cadeddu

Scelta ampli
Salve,
mi chiamo Alberto (20 anni), da Grosseto, vi scrivo per avere un consiglio su che amplificatore comprare.
Allora, io possiedo, ma se non l'avessi sarebbe meglio, un Marantz PM-57, che sinceramente quando l'ho comprato mi ha tolto delle soddisfazioni, insomma la musica usciva fuori. Ma accidenti a mio zio quando mi ha prestato il suo, un Nad C370! Non è che sia il massimo dei massimi, ma sinceramente nemmeno da paragonare al mio. L'ho tenuto per circa un mese, e per quel mese non riuscivo a fare altro che ascoltare la musica, qualsiasi genere, anche classico.
Mi ha fatto scoprire davvero cosa vuol dire ascoltare la musica. Ma adesso in questi giorni sono tornato al mio Marantz, che tristezza ragazzi!! Non riesco più ad ascoltare la musica, invece cha la poesia del suono odo il fastidio! Una sensazione davvero spiacevole.
Dite che anche la potenza del Nad ha fatto il suo? (120x2 mi pare).
Ecco: Che fare?? Soluzione cambiare l'ampli, ma il mio budget è limitato 700-800euro, forse qualcosina di più.
A Grosseto l'alta fedeltà sta come la neve sulle piramidi!! Le marche più facili da trovare sono: Marantz(?), Rotel, Audio Analogue e Fase e forse qualcos'altro. Dove cascare? Come migliorare il suono?
Posseggo 2 casse autocostruite con componenti Focal (3 vie) che sono decisamente sprecate con l'ampli che ho (gli ridono in faccia!), avrei bisogno di un po' di potenza in più, o comunque impatto e non solletico.
Con un Puccini? Rotel Ra 972 mkII? o rimanere sul Marantz???
Aspetto consigli (spero almeno).
Salve a tutti
Alberto Motta - E-mail: alb470@hotmail.com

LC
Caro Alberto,
fermo restando il fatto che se ti è piaciuto così tanto il NAD non vedo perchè non cercarlo usato, puoi tranquillamente orientarti verso il Rotel 972 (o analogo) che dovrebbe darti l'impatto che ti serve. In alternativa, anche il NAD C350 dovrebbe essere più che sufficiente.
In quest'ottica vedo meno adatto il Puccini, eccellente amplificatore ma più votato alla grazia che alla violenza bruta, specie in gamma bassa.

In generale, non è un problema di potenza. Il fatto che il NAD (o ampli di simile concezione) suoni così è dovuto a precise scelte progettuali che prediligono il comportamento in regime dinamico su un carico reale (le casse) piuttosto che specifiche mirabolanti sulla resistenza campione da 8 ohm :-))
A lume di naso, essendo i tuoi diffusori dei 3 vie autocostruiti, mi verrebbe da pensare che non siano un carico facilissimo per l'amplificatore, il che spiegherebbe ancor di più la debacle dell'onesto Marantz.
Spero di esserti stato utile,
Lucio Cadeddu

Lilliput e ringraziamenti
Ciao Lucio,
tempo fa ti dissi che mi stavo costruendo le
TNT Lilliput e che ti avrei fatto sapere, bene.
Unico problema che ho avuto nella costruzione è, causa la mia incompetenza in materia, l'errato montaggio degli induttori sul crossover (non ne spellai le estremità prima di saldare!), subito rimediato.
Mia moglie, dapprima scettica (.....molto....), è rimasta favorevolmente colpita dall'estetica di questi diffusori, in MDF ma ricoperti con una specie di plastica adesiva color legno per la verità anche molto economica, tanto che, contrariamente a quanto prima deciso, ha evitato di farmi costruire anche le mascherine.
Per le elettroniche ho un lettore cd h/k HD750 e come ampli un Rotel RA-840BX4 comprato usato, entrambi consigliati da te.
Per i cavi per adesso sto "arrangiando" ma presto costruirò i TTT e, quando riuscirò a trovare questi benedetti cavi IBM, mi costruirò dei PIANO 6.

Che dire del mio impianto? Sono completamente soddisfatto! Prima di questo ho usato un ampli Denon 425, diffusori a torre Indiana Line Arbour 5.20, lettore Technics SLPG3, cavi di potenza Monster e di segnale GBC (non ricordo i modelli).
Avevo scelto io questa combinazione perchè in negozio mi era piaciuta di più, anche abbinandolo al tanto consigliato Rotel 935. Adesso ho questo Rotel e, con un ascolto più meditato (ma non ci vuole poi così tanto...) sono arrivato ad un gradino decisamente più in alto: c'è più dettaglio, più pulizia, più realismo.
Non ci sono più quei bassi potenti e vigorosi di prima, ovviamente nell'Overtoure 1812 le Lilliput se si esagera con il volume vanno in tilt, ed è forse questo il solo tallone di Achille di questi diffusori, come tra l'altro mi aspettavo, comunque trovo che siano ECCELLENTI.
Che dire, con meno di 500euro ho un impianto che mi soddisfa pienamente, molto di più anche di impianti più costosi, quando avrò terminato anche con i cavi poi....

GRAZIE TNT! Mille grazie anche a Giuliano per la sua disponibilità e cortesia, appena posso gli manderò le foto delle mie Lilliput (a detta di mia moglie sono venute proprio bene).
Il voto? Ovviamente io ed i miei conoscenti abbiamo già provveduto a Luglio!
Giuseppe - E-mail: pe.ro@inwind.it

LC
Caro Giuseppe,
che posso aggiungere? Grazie a te per la preziosa testimonianza e per i voti!!!
Lucio Cadeddu

3 coppie di casse
Gentile direttore,
possiedo un impianto, raccolto nel tempo, di livello medio (o almeno tale al momento dell'acquisto). Il lettore cd è un Technics; l'ampli è composto da un pre Yamaha c-45 ed un finale Yamaha M-50; Le casse: ne ho tre paia.
Infinity Quantum "a". Mi sembrano le migliori. Hanno un suono dettagliato e cristallino, ottimo il tweeter Emit. I bassi non sono potentissimi. Il problema è che sono un po' ingombranti. Epicure 5. Piccole, pesanti, molto gradevoli. Il suono è ottimo (dettagliato e morbido) nella gamma media, discreto negli alti, modesto nei bassi.
Acoustic Research Spirit 142. Un po' la delusione del gruppo. Più costose hanno però un suono a tratti un po' intubato, con bassi potenti ma un po' rimbombanti e un tweeter di plastica di tipo economico.
Vorrei semplificare il tutto (settore casse). Spendendo sui 300 max 400 euro (anche usato) posso trovare un paio di casse migliori?
A me piace un suono dettagliato e con bassi precisi (odio certo tipo di rimbombo..). Molti mi dicono che le vecchie casse (ar 3a, tannoy) sono migliori di quelle attuali di medio prezzo.
Tecnologia più arretrata ma materiali migliori. Come musica ascolto jazz (bop e hard bop) e rock classico (anni 70: Zeppelin, Doors, Stones etc.).
La ringrazio
Angelo Provera - E-mail: a.provera@libero.it

LC
Caro Angelo,
visto che ti piacciono le tue Infinity, non vedo ragione per sostituirle. La cifra stanziata è infatti troppo bassa per fare un vero salto di qualità. Se fossi in te, penserei a sostituire il lettore CD, curerei i collegamenti con cavi di qualità (anche autocostruiti) e l'ambiente con un trattamento acustico minimale (tappeti, tende, cuscini). Vedrai che i bassi vengono fuori, ben più potenti rispetto ad ora.
Se, tuttavia, il problema dell'ingombro fosse insormontabile...potresti optare per una soluzione alternativa...ma non necessariamente migliore come qualità. Oltretutto, non specifichi le esigenze di spazio e di sistemazione, per cui non posso consigliarti meglio.
Spero di esserti stato utile,
Lucio Cadeddu

Ringraziamenti e consigli
Caro Lucio
prima di tutto volevo ringraziarvi: da quando ho scoperto TNT-Audio sono diventato un vostro visitatore accanito. Ho imparato moltissime cose leggendo i vostri articoli ed è diventata sempre più grande la passione per l'Audio HIFI.
Trovo che trattiate l'argomento in modo molto chiaro e accessibile anche a chi come me non è un esperto. E' difficilissimo (forse impossibile) trovare altra fonte sull'argomento competente come la vostra e disposta ad interagire con i lettori.

Ho costruito i supporti TNT Stand e devo dire che oltre ad essere molto belli funzionano molto bene! Si è accesa così la voglia di costruire qualche cosa d'altro. In previsione dei cavi. Ho un piccolo impianto così composto:

Devo dire che nell'ambiente di ascolto (piccolo) l'insieme suona molto bene, ma l'appetito vien mangiando...
Ci sarebbero differenze rilevanti costruendo il vostro ampli e pre valvolari?
Altrimenti cosa mi suggeriresti per migliorare il mio impianto (...spendendo poco) con qualcosa di valvolare? E cosa potrei tenere?
Scusa della mia ignoranza, forse la mie domande sono stupide..
Tante grazie
Stefano Dagnino - E-mail: stefano@gsi.it

LC
Caro Stefano,
intanto grazie per le belle parole, sempre motivo di incoraggiamento e nostra unica "remunerazione" per quanto facciamo settimana dopo settimana da sette anni a questa parte.
Per quanto riguarda il tuo impianto io eviterei, per ora, di toccare l'amplificazione. Intanto perchè prima c'è da ottimizzare l'impianto con dei cavi adeguati (es. TNT Triple T e TNT Piano 6) e poi applicare qualche piccolo "trucco" a costo zero per migliorare lettore CD ed ampli attuale. Per il lettore ti rimando alla serie di articoli sul CD 63/67, molto simile al tuo 53, mentre per l'ampli puoi cominciare con un trattamento anti-risonanze a base di piedini Upim, blue-tac ed antirombo. Anche un cavo d'alimentazione "serio" non guasterebbe.
La seconda ragione per la quale eviterei le valvole è che le tue casse hanno bisogno di watt ed il nostro progetto Insulto Finale certo sarebbe del tutto inadeguato, col suo buon watt e mezzo di potenza.
In conclusione: tutto il lavoro di ottimizzazione dell'impianto ti costerebbe pochi euro, a fronte di un miglioramento globale equivalente al cambio di un componente. Fatto questo, sentiamoci di nuovo per valutare altre possibili strade.
Spero di esserti stato utile,
Ricordati di
votare per noi (www.tnt-audio.com, categoria Tempo Libero, scadenza 9 Settembre ore 9:00!!!).
Lucio Cadeddu

ATTENZIONE!!! Pregasi leggere prima le Istruzioni per l'uso
Per le domande più generali leggete prima la rubrica Adeste Fideles!
Potete anche unirvi al nostro gruppo di discussione sull'HiFi!!!

I volumi della posta precedente

Vol.01 | Vol.02 | Vol.03 | Vol.04 | Vol.05 | Vol.06 | Vol.07 | Vol.08 | Vol.09 | Vol.10 | Vol.11 | Vol.12 | Vol.13 | Vol.14 | Vol.15 | Vol.16 | Vol.17 | Vol.18 | Vol.19 | Vol.20 | Vol.21 | Vol.22 | Vol.23 | Vol.24 | Vol.25 | Vol.26 | Vol.27 | Vol.28 | Vol.29 | Vol.30 | Vol.31 | Vol.32 | Vol.33 | Vol.34 | Vol.35 | Vol.36 | Vol.37 | Vol.38 | Vol.39 | Vol.40 | Vol.41 | Vol.42 | Vol.43 | Vol.44 | Vol.45 | Vol.46 | Vol.47 | Vol.48 | Vol.49 | Vol.50 | Vol.51 | Vol.52 | Vol.53 | Vol.54 | Vol.55 | Vol.56 | Vol.57 | Vol.58 | Vol.59 | Vol.60 | Vol.61 | Vol.62 | Vol.63 | Vol.64 | Vol.65 | Vol.66 | Vol.67 | Vol.68 | Vol.69 | Vol.70 | Vol.71 | Vol.72 | Vol.73 | Vol.74 | Vol.75 | Vol.76 | Vol.77 | Vol.78 | Vol.79 | Vol.80 | Vol.81 | Vol.82 | Vol.83 | Vol.84 | Vol.85 | Vol.86 | Vol.87 | Vol.88 | Vol.89 | Vol.90 | Vol.91 | Vol.92 | Vol.93 | Vol.94 | Vol.95 | Vol.96 | Vol.97 | Vol.98 | Vol.99 | Vol.100 | Vol.101 | Vol.102 | Vol.103 | Vol.104 | Vol.105 | Vol.106 | Vol.107 | Vol.108 | Vol.109 | Vol.110 | Vol.111 | Vol.112 | Vol.113 | Vol.114 | Vol.115 | Vol.116 | Vol.117 | Vol.118 | Vol.119 | Vol.120 | Vol.121 | Vol.122 | Vol.123 | Vol.124 | Vol.125 | Vol.126 | Vol.127 | Vol.128 | Vol.129 | Vol.130 | Vol.131 | Vol.132 | Vol.133 | Vol.134 | Vol.135 | Vol.136 | Vol.137 | Vol.138 | Vol.139 | Vol.140 | Vol.141 | Vol.142 | Vol.143 | Vol.144 | Vol.145 | Vol.146 | Vol.147 | Vol.148 | Vol.149 | Vol.150 | Vol.151 | Vol.152 | Vol.153 | Vol.154 | Vol.155 | Vol.156 | Vol.157 | Vol.158 | Vol.159 | Vol.160 | Vol.161 | Vol.162 | Vol.163 | Vol.164 | Vol.165 | Vol.166 | Vol.167 | Vol.168 | Vol.169 | Vol.170 | Vol.171 | Vol.172 | Vol.173 | Vol.174 | Vol.175 | Vol.176 | Vol.177 | Vol.178 | Vol.179 | Vol.180 | Vol.181 | Vol.182 | Vol.183 | Vol.184 | Vol.185 | Vol.186 | Vol.187 | Vol.188 | Vol.189 | Vol.190 | Vol.191 | Vol.192 | Vol.193 | Vol.194 | Vol.195 | Vol.196 | Vol.197 | Vol.198 | Vol.199 | Vol.200 | Vol.201 | Vol.202 | Vol.203 | Vol.204 | Vol.205 | Vol.206 | Vol.207 | Vol.208 | Vol.209 | Vol.210 | Vol.211 | Vol.212 | Vol.213 | Vol.214 | Vol.215 | Vol.216 | Vol.217 | Vol.218 | Vol.219 | Vol.220 | Vol.221 | Vol.222 | Vol.223 | Vol.224 | Vol.225

© Copyright 2002 Lucio Cadeddu - http://www.tnt-audio.com

[ Home | Redazione | FAQ | Ampli | Diffusori | Sorgenti | Tweakings | Inter.Viste ]